My Best Life: un aiuto per vivere meglio

SALUTE

DEPRESSIONE

SESSUALITA'

CAPIRSI

GOLA

AMBIENTE

MUSICA

RIDERE

Interviste:

A

Alice

Alice(2)

Vincente Amigo

Ani Di Franco

Tori Amos

Laurie Anderson

Nicola Arigliano
"Go Man"

Richard Ashcroft

Natasha Atlas

Awahoshi

B

Badmarsh & Shri

Erykah Badu

Baixinho

Franco Battiato

Beth Orton

Björk

Mary J.Blige

Brian Eno e
J. Peter Schwalm

Carlinhos Brown

Jackson Browne

Françoiz Breut

David Byrne

Bjork

C

John Cale

Vinicius Cantuaria

Vinicio Capossela

Luzmila Carpio

Jamie Catto e
Duncan Bridgeman

Cecilia Chailly

Claude Challe

Manu Chao

The Chieftains

Leonard Cohen

Shawn Colvin

Carmen Consoli

Carmen Consoli2

Cornershop

Elvis Costello con
Burt Bacharah

Cranberries

Sheryl Crow

D

Cristiano De Andrè

Sussan Deyhim

Rosalia De Souza

Maria Pia De Vito

Dido

Patrizia Di Malta

Tanya Donelly

E

Elio e le
Storie Tese

Elisa

Enya:
"a day without rain"

Enya

F

Faithless

Giovanni Lindo
Ferretti

The Folk Implosion

Michael Franti

Freak Antoni

G

Gabin

Peter Gabriel

Max Gazzè

Goldfrapp

Gotan Project

David Gray

Macy Gray

H

Christoph Haas

Gemma Hayes

Kristin Hersh

Kristin Hersh &
Throwing Muses

Hooverphonic

J

Jewel

Norah Jones

Jovanotti

K

Kayah & Bregovic

Koop

Diana Krall

L

Le vibrazioni

Yungchen Lhamo

Donal Lunny

Arto Lyndsay

M

Madredeus

Mariza"Fado curvo"

John Mayer

Loreena McKennitt

John McLaughlin
e Zakir Hussain

Pat Metheny

Stephan Micus
Desert poems

Stephan Micus

Moby

Sarah Jane Morris

Alanis Morissette

N

Sainkho Namtchylhak

Gianna Nannini

Neffa

Negrita

Noa

O

Orishas

 

R

Susheela Raman

Massimo Ranieri

Res

Laurence Revey

Rosana

Roy Paci 

Roy Paci & Aretuska

Antonella Ruggiero

S

Nitin Sawhney
"Human"

Nitin Sawhney

Ryuichi Sakamoto
"Gohatto"

Scott4

Sergent Garcia

Shivaree

Shri

Simple Minds

Si*Sè

Jimmy Scott

Joe Strummer

Subsonica

T

Rachid Taha
Rokia Traoré:
l'intervista e 
il Concerto

Rokia Traoré:
"Bomwboi"

V

Susanne Vega

Moreno Veloso

Viniciuis Cantuaria

Andreas
Vollenweider

W

Lena Willemark
e Ale Möller

Y

Pete Yorn

Youssou N'Dour

Z

Joe Zawinul

Hector Zazou

 

Flashback:

Blue Note

Musica dei Cieli

Rap

Battiato: intervista

Dick Hebdige

Fabrizio De Andrè

João Gilberto:
The legendary J.G.

Philip Glass

Nino Rota

The fabulous sixties

La Musica New Age

Links

Cerca nel sito

Ambiente, inquinamento, energia e bio architettura

 

Musica per l'anima

a cura di Roberto Gatti

 

John McLaughlin - T.H."Vikku" Zakir Hussain - Vinayakram  Hariprasad - Chaurasia
SHAKTI

 

“Intelligenza creativa, bellezza e potere”. Così, testualmente, suonava lo slogan con cui alcuni musicisti di splendide speranze - primi fra tutti il chitarrista John McLaughlin e il virtuoso di tablas Zakir Hussain - celebravano,

venticinque anni fa, uno dei più visionari matrimoni musicali fra l’Est e l’Ovest del pianeta: fra il “karnatak” dei padri e il rock dei figli, fra l’improvvisazione torrenziale del jazz senza schemi e quella, rigorosissima, della musica classica indiana.

Shakti, come dire l’energia femminile di Lord Shiva, si chiamava quel matrimonio, ed era tanto ben assortito da sembrare anche il primo in assoluto. Ma così non era, visto che, in precedenza, un qualcosa di lontanamente analogo avevano fatto Yusef Lateef utilizzando a più riprese lo “shehenaï” (vale a dire l’oboe suonato nell’India del nord), e Ravi Shankar invitando Bud Shank a improvvisare con lui (e partecipando poi, in prima persona, a svariatissimi festival pop), e John Coltrane incidendo “India” e ricorrendo a più riprese alla scala pentatonica, e Miles Davis inserendo tablas e sitar nelle sue primissime sperimentazioni di jazz elettrico, e Don Cherry e Ornette Coleman incontrando, rispettivamente, i Dagar Brothers e Badal Roy. Eppure, anche se non possedeva tutti interi i crismi della primogenitura, quel connubio propiziato da McLaughlin e Hussain, con l’apporto determinante del violinista Shankar (nessun legame di parentela con il più famoso Ravi, ma, in compenso, un’eloquenza strumentale a dir poco superba), aveva nel suo Dna un gene unico e irripetibile. Forse insito nelle tre virtù - intelligenza creativa, bellezza e potere - ricordate in precedenza: che sono poi quelle di stretta competenza della sposa di Shiva.
Forse, più probabilmente, benedetto da uno “stato di grazia” di natura superiore, capace di dar vita a tre album fondamentali come “Shakti”, “Handful of beauty” e “Natural elements”, e, soprattutto, di generare dalle sue viscere un luminosissimo esempio di World Music ante litteram.

«Un esperimento molto naturale e spontaneo, esclusivamente acustico, per nulla preordinato da interessi mercantili ma unicamente dettato dalla nostra sensibilità», ricorda ora, molto opportunamente, Zakir Hussain.

Venticinque anni più tardi, e pare quasi un secolo, quella stessa magia ritorna a farsi sentire. Con un album doppio, “Remeber Shakti” (Verve), che è un autentico omaggio a quella folgorante intuizione.
Con un tour che dopo aver girato in lungo e in largo l’Inghilterra, quest’anno ha trionfalmente toccato anche il Montreux Jazz Festival, in Svizzera, e la rassegna di Villa Arconati, in Italia.
Con una formazione che, accanto ai membri fondatori McLaughlin e Hussain, ora annovera i leggendari (è proprio il caso di dirlo) Vikku Vinayakram al “ghatam” (vale a dire quella sorta di anfora di porcellana utilizzata come supporto percussivo) e Hariprasad Chaurasia al “bansouri”: che è poi il flauto traverso di legno che la mitologia indiana sempre associa alle immagini di Lord Krishna.
Con una concezione della musica che è un meraviglioso esempio di yin e di yang, di unità degli opposti, di antico e modernissimo al tempo stesso: dove i quattro si muovono come altrettanti pesci nell’acqua, e si trovano così naturalmente a loro agio in quell’ambiente da non porsi alcun limite di tempo per l’improvvisazione collettiva.

E non sorprende dunque che “Mukti”, uno dei cinque brani che compongono “Remember Shakti”, possa durare, da solo, la bellezza di 63 minuti abbondanti. Roba da fare invidia perfino al John Coltrane più estatico e torrenziale! Dice il Padre Fondatore, John McLaughlin, che «suonare con questi meravigliosi musicisti è per me un onore grandissimo, e un piacere senza eguali». E se non puntualizza che proprio da lui, allora chitarrista di Miles Davis, partì l’idea di inserire tablas e sitar in quel meraviglioso “combo” elettrico, è solo perché è un gentleman scozzese di pochissime parole e di grandissima discrezione.

E allora tocca a Zakir Hussain tesserne le lodi sperticate. Dicendo per esempio che questo sfolgorante métissage fra Est e Ovest non sarebbe mai andato in porto, «se John non ci avesse buttato dentro tutto il suo coraggio, tutta la sua testardaggine e tutta la sua credibilità»
E dice ancora che «l’incontro fra il jazz e l’India, pur se attivo ormai da più di vent’anni, mai come ora è stato vivo e vegeto: con quei concerti e festival disseminati un po’ in tutto il mondo, che ne cantano le lodi e lo stanno trasformando in un fenomeno a 360 gradi».
E infine conclude affermando che ciò che maggiormente lo entusiasma, di McLaughlin, è quel suo essere un “drummer’s musician”, vale a dire un musicista capace di pensare in termini percussivi, oltre che melodici e armonici: «come se fosse stato un virtuoso di tablas o di “ghatam”, in una delle sue (tante) vite precedenti». E allora vuoi vedere che il miracolo di Shakti si può spiegare, nella sua essenza più profonda, ricorrendo alla teoria induista della reincarnazione? Sarebbe proprio carino, vi pare? Om Nama Shivaya!

  Di Roberto Gatti

English text

email: info@mybestlife.com


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2016 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

Recensioni:

A

“Eros & Ares”
L'ottava raccotlta
di musica di
10 Corso Como

a musica di
10 Corso Como

La musica di
10 Corso Como 2

AA.VV.
"Verve Remixed"

Damon Albarn

Alice
"Viaggio in Italia"

Tori Amos:
Scarlet's walk

Tori Amos:
Strange little girls

Tori Amos:
concerto di Milano

Amparanoia
"Somos viento"

Laurie Anderson

Laurie Anderson
"Life on a String"

Ani Di Franco

Anjali
“The World
of Lady A”

Nicola Arigliano
il concerto di Milano

Nicola Arigliano
Nu ritratto

Richard Ashcroft

  Natacha Atlas

Natasha Atlas (2)

René Aubry
Plaisirs d'amour

B

Susana Baca
espirituvivo

Susana Baca
il concerto di Milano

Susana Baca
Eco de sombras

Badmarsh & Shri

Erikah Badu
"Worldwide
Underground"

Erikah Badu
"Mama's Gun"

Baixinho

Banda Ionica
"Matri mia"

Orchestra Baobab
 "Specialist in
all styles"

Orchestra Baobab

Battiato

David Bowie
"Heathen"

Goran Bregovic
"Tales and songs
from weddings
and funerals"

Jackson Browne

David Byrne
Look into the eyeball

Bjork

Carlinhos Brown

Françoiz Breut

C

Café del mar

John Cale
"HoboSapiens"

Vincius Cantuaria
"
Tucuma"

Vincius Cantuaria
"Vinicius"

Vincius Cantuaria
conerto "Festate"

Vinicio Capossela

Vinicio Capossela
"L'indispensabile"

Johnny Cash

Cecilia Chailly

Claude Challe

Manu Chao

   The Chieftains

Coldplay

John Coltrane

Shawn Colvin

Compay Segundo

Carmen Consoli

Carmen Consoli
L'eccezione

Paolo Conte
"Reveries"

Stewart Copeland

Cornershop

Cranberries

Sheryl Crow

D

Dadawa

Cristiano De Andrè

Francesco
De Gregori
Fuoco amico

Francesco
De Gregori e
Giovanna Marini

Rosalia De Souza

Maria Pia De Vito

Dido "Life for rent"

Patrizia Di Malta

Tanya Donelly

Ani Choying Drolma

E

Ludovico Einaudi
"I Giorni"

Elio e le
Storie Tese

Elio e le
Storie Tese

Brian Eno"
Drawn from life"

Enya
"a day without rain"

Cesaria Evora

F

Faithless

Marianne Faithfull
"Kissin' Time"

Marianne Faithfull

Ibrahim Ferrer"
Buenos Hermanos"

Giovanni Lindo
Ferretti

Bryan Ferry
"As time goes by"

Bryan Ferry
"Frantic"

The Folk Implosion

Michael Franti

G

Gabin

Peter Gabriel "UP"

Peter Gabriel

Richard Galliano
"Piazzolla forever"

Jan Garbarek

Djivan Gasparian
e Michael Brook

João Gilberto
Il concerto di MIlano

João Gilberto
Voz e violao

Goldfrapp
"Back Cherry"

Gotan Project

David Gray

Macy Gray

Henry Grimes

H

Taraf de Haïdouks

Gordon Haskell

Jon Hassel

Gemma Hayes

Kristin Hersh

Kristin Hersh &
Throwing Muses

Hooverphonic

Hooverphonic
Il concerto di Milano

J

Jewel

Joe Jackson 
"Night and Day II")

Enzo Jannacci

Keith Jarrett

Norah Jones

Jovanotti

K

Khaled

Ustad Nishat Khan

Angélique Kidjo

King Crimson

Koop

Diana Krall

I

Idir

Irlanda:
l'isola dei canti

L

Lamb

Lamb
"What Sound"

Daniel Lanois
"Shine"

Bill Laswell
Les Nubians
"One step..."

Les Nubians

Lettere celesti
compilation

Arto Lindsay
"Invoke"

M

Madredeus

Madredeus
"Antologia"

Malia

Mariza"Fado curvo"

Mau Mau

John Mayer

Pat Metheny

Stephan Micus

Stephan Micus
"Towards tha Wind"

Joni Mitchell

Joni Mitchell
"Travelogue"

Moby

Marisa Monte

Natalie Merchant

Sarah Jane Morris
"Love and pain"

Sarah Jane Morris

Alanis Morissette

Roberto Murolo

N

Sainkho Namtchylak
"stepmother city"

Gianna Nannini
Aria

Neffa

Negrita

Noir Désir

Noa

Noa "Now"

Michael Nyman
"Sangam"

Michael Nyman

O

Orishas

Beth Orton

P

Robert Plant

Prince

R

Susheela Raman
"Love trap"

Massimo Ranieri

Lou Reed
"The Raven"

Res

Laurence Revey

SA Robin Neko
"Soulways"

Amália Rodrigues

Rokia

Rosana

Roy Paci & Aretuska
"Tuttapposto"

Roy Paci & Aretuska
(golosi)

Antonella Ruggiero 1

Antonella Ruggiero 2

Rumi

S

Sade
lovers live

Sade
lovers rock

Sergio Secondiano
Sacchi

Morelembaum 2
Sakamoto "Casa"

Morelembaum
Sakamoto
Il concerto di Milano

Henry Salvador
"Chambre avec vue

Nitin Sawhney
"Human"

Nitin Sawhney

Scott4

Jimmy scott
 Over the rainbow

Jimmy Scott

Ravi Shankar

Talvin Singh "ha"

Simple Minds

Sergent Garcia

Paul Simon:
"You're The One"

Paul Simon
il concerto di MIlano

Bruce Springsteen
( di Roberto Gatti)

Bruce Springsteen
(di Francesca Mineo)

Si*Sè

David Sylvian
"Camphor"

David Sylvian 
"Everything and nothing"

David Sylvian 
recensione concerto

Joe Strummer

Subsonica

T

Rachid Taha

Luigi Tenco

Tom Waits
"Alice"
"Blood money"

Rokia Traoré:
"Bomwboi"

Tribalistas

Vassilis Tsabropoulos
"Akroasis"

V

Van de Sfroos
Perdonato
dalle lucertole

Caetano Veloso
Noites do norte

Caetano Veloso

Moreno Veloso

Anne Sofie von Otter
& Elvis Costello
For the Stars

W

Jah Wooble

Robert Wyatt

Y

Savina Yannatou

Pete Yorn

Youssou N'Dour

Z

Joe Zawinul

 

Flash:

Cantosospeso

Mickey Hart

Yungchen Lhamo

Paco Peña

Sainkho Namchylak

Sabri Brothers

Jah Wooble