-

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza  -  (Italiano - English)

 

Nuovo farmaco rallenta la progressione della degenerazione maculare secca legata all'età AMD (06/10/2017)

Uno studio internazionale ha trovato un farmaco per rallentare la progressione della degenerazione maculare secca legata all'età (AMD) - una delle cause più comuni di perdita della vista nelle persone di età superiore ai 50 anni.

Lo studio clinico di Fase 2 (noto come FILLY) è stato sponsorizzato da Apellis Pharmaceuticals e ha incluso 246 pazienti in 40 siti di sperimentazione, sette dei quali in Australia.

Robyn Guymer, la principale ricercatrice (Centre for Eye Research Australia, CERA, e Università di Melbourne) è soddisfatta dei risultati.

"Negli ultimi dieci anni, abbiamo fatto enormi progressi nel trattamento di una delle complicazioni tardive di AMD che si chiama AMD umida, dove vasi sanguigni fragili mostrano perdite di liquido nella parte posteriore dell'occhio portando alla perdita della vista", dice Robyn Guymer.

"Ora stiamo rivolgendo la nostra attenzione al trattamento dell'altra complicazione irreversibile tardiva di AMD, chiamata AMD secca o atrofia geografica (GA).

L'AMD o GA secca è una condizione in cui le cellule della retina muoiono lentamente nel corso di molti anni, portando alla fine a una perdita irreversibile della visione.

E' come avere dei buchi nella vostra visione che lentamente si uniscono nella parte centrale, distruggendo la capacità di leggere, guidare e riconoscere i volti ", dice la professoressa Guymer.

Apellis Pharmaceuticals ha sviluppato un nuovo composto chiamato APL-2 per il trattamento di questi pazienti con GA.

I pazienti sono stati trattati con iniezioni mensili o bimestralii per 12 mesi, con conseguente riduzione della crescita di lesioni rispettivamente del 29% e del 20%, rispetto ai pazienti di controllo.

 

In una successiva analisi è stato poi osservato un effetto più importante, nel secondo semestre della ricerca: con la somministrazione mensile c'è stata una riduzione del tasso di crescita delle lesioni GA del 47% e con la somministrazione bimestrale una riduzione del 33%.

Sulla base di questi risultati positivi, Apellis prevede di procedere al più presto con la Fase 3 dello studio.

Per saperne di più sulla degenerazione maculare...
Link...

Per saperne di più
The University of Melbourne
Link...

Marco Dal Negro