-

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza  -  (Italiano - English)

 

Selenio e Vitamina E assunti con integratori incrementano il rischio di cancro alla prostata (24/10/2017)

Gli uomini dovrebbero evitare di assumere supplementi di selenio e vitamina E in quantità tali da superare le dosi giornaliere raccomandate per evitare di accrescere il rischio di cancro alla prostata.

"Consiglio a tutti i miei pazienti di evitare assolutamente gli integratori dietetici che contengono selenio o vitamina E, compresi i complessi multivitaminici" afferma il Dr. Marc Garnick, specialista in cancro alla prostata, clinico professore di medicina alla Harvard Medical School, oncologo al Beth Israel Deaconess Medical Center e caporedattore dell'Harvard’s Annual Report on Prostate Diseases.

Studi realizzati negli anni 80 e 90 ipotizzarono che il selenio e la vitamina E proteggessero in qualche modo dal cancro alla prostata.

Per verificare questa ipotesi nel 2001 partì The Selenium and Vitamin E Cancer Prevention Trial (SELECT).

I 36.000 volontari di mezza età, in buona salute, furono divisi in quattro gruppi nei quali ogni uomo assumeva 2 pillole al giorno:

  • 400 unità internazionali (IU) di vitamina E più 200 microgrammi di selenio;

  • vitamina E + placebo;

  • selenio + placebo;

  • due placebo.

Nessuno dei partecipanti, uomini o medici, conosceva il contenuto di ciascuna pillola.

Nonostante lo studio SELECT fosse stato programmato per terminare nle 2011, fu interrotto 3 anni prima perché né la vitamina E, né il selenio stavano portando alcun beneficio e vi erano invece indizi di possibili conseguenze pericolose.

Un nuovo rapporto pubblicato sul Journal of the National Cancer Institute ha in fine chiarito la questione.

 

Un gruppo di ricercatori in diversi paesi degli U.S. ha studiato 5.000 dei volontari che hanno inviato ritagli delle proprie unghie quando si sono aggiunti al trial.

Le unghie sono un ottimo mezzo per misurare la quantità di selenio presente nel corpo.

I risultati del nuovo studio:

  • Assumere vitamina E da sola ha incrementato il rischio di sviluppare il cancro alla prostata, ma solo negli uomini che all'inizio dello studio avevano livelli di selenio bassi.

  • Assumere selenio, sia da solo che in associazione con la vitamina E ha incrementato il rischio di cancro grave alla prostata negli uomini che hanno iniziato lo studio con livelli di selenio alti, ma non in quelli con livelli di selenio bassi.

  • Tra gli uomini che non hanno assunto né vitamina E né selenio, quelli che hanno iniziato lo studio avendo livelli di selenio alti hanno avuto le stesse probabilità di sviluppare cancro alla prostata di quelli che hanno iniziato con livelli bassi.

Ciò significa che la discriminante è rappresentata dall'aggiunta di selenio assunto con integratori, non da quello assunto con gli alimenti.

Quindi, gli uomini non dovrebbero assumere supplementi di selenio e vitamina E in quantità tali da superare le dosi giornaliere raccomandate, onde evitare di accrescere il rischio di cancro alla prostata.

Per saperne di più
Baseline Selenium Status and Effects of Selenium and Vitamin E Supplementation on Prostate Cancer Risk
The Journal of the National Cancer Institute
Link...

Harvard Medical School
Link...

Marco Dal Negro