-

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza  -  (Italiano - English)

 

Asma legata ad aumento del trattamento di fertilitÓ (22/09/2017)

Secondo una nuova ricerca presentata al Congresso Internazionale di MIlano 2017 della European Respiratory Society le donne con asma si sottopongono pi¨ facilmente a cure per la fertilitÓ rispetto alle donne non asmatiche.

Tra le 744 donne asmatiche incinte iscritte al programma di gestione dell'asma durante la gravidanza presso l'Ospedale Hvidovre di Hvidovre, in Danimarca, che hanno partorito tra il 2007 e il 2013, il 12% aveva ricevuto un trattamento di fertilitÓ rispetto al 7% delle 2.136 donne non asmatiche del gruppo di controllo.

Anche se lo studio non dimostra un ruolo dell'asma nella riduzione della fertilitÓ, i ricercatori affermano che migliorare il controllo dell'asma delle donne potrebbe facilitare loro una eventuale gravidanza.

La professoressa Charlotte Suppli Ulrik, del Dipartimento di Medicina Respiratoria dell'Ospedale di Hvidovre, che ha supervisionato lo studio, ha dichiarato: "Non abbiamo prove concrete, ma sulla base di ci˛ che sappiamo, sembra molto probabile che un buon controllo dell'asma migliorerÓ la fertilitÓ nelle donne affette da asma riducendo il tempo necessario per rimanere incinta e, quindi, la necessitÓ di un trattamento di fertilitÓ.

"Tuttavia, quando si tratta di fertilitÓ femminile l'etÓ Ŕ un fattore cruciale e quindi, soprattutto per chi ha l'asma, il messaggio Ŕ di non aspettare troppo a lungo perchÚ rimandare potrebbe ridurre le possibilitÓ di avere figli".

La professoressa Suppli Ulrik e i colleghi stanno mettendo a punto nuovi studi per approfondire l'associazione tra asma e fertilitÓ, incluso uno studio sull'impatto di un'asma ben controllata sulla fertilitÓ.
"Sono necessari ulteriori studi per confermare i nostri risultati", ha dichiarato.

Le donne incinte erano ammissibili allo studio se era stata loro diagnosticata l'asma e avevano avuto la loro prima visita pneumologica entro le prime 18 settimane di gravidanza.

Ogni donna asmatica Ŕ stata collegata a tre partorienti non asmatiche del medesimo ospedale; queste donne hanno rappresentato il gruppo di controllo.

 

I ricercatori hanno controllato se le nascite in ciascun gruppo erano dovute a concepimento spontaneo o se si trattava di riproduzione assistita (ad esempio fecondazione in vitro - IVF) o inseminazione intrauterina, indipendentemente dalla causa della sterilitÓ.

Le donne del gruppo asmatico e del gruppo di controllo erano simili per quanto riguarda l'etÓ, con una media di 31,3 anni nel gruppo asmatico (dai 17 ai 44 anni) e di 30,9 anni nel gruppo di controllo (dai 17 ai 45 anni).

I ricercatori hanno depurato i risultati tenendo conto di potenziali fattori perturbanti come l'etÓ, l'indice di massa corporea, il fumo, se avevano giÓ figli, se erano single o conviventi omosessuali.

Tuttavia, la professoressa Suppli Ulrik ha affermato di non poter escludere che i due gruppi possano differire in funzione del reddito, dello stile di vita e di fattori socio-economici.

Per saperne di pi¨
The European Respiratory Society
Link...

Marco Dal Negro