My Best Life: un aiuto per vivere meglio

SALUTE

DEPRESSIONE

SESSUALITA'

CAPIRSI

GOLA

AMBIENTE

MUSICA

RIDERE

 

 

News

08/09/2000
L'emangioma congenito

08/09/2000
Diagnosi del tumore prostatico: si chiama hK2 il nuovo e più preciso test

07/09/2000
Risultati di una ricerca sull'attention deficit disorder

07/09/2000
Hydroelettroforesi: il nuovo sostituto dell'iniezione

06/09/2000
Angina pectoris: nuove terapie con l'iniezione di DNA "nudo"

06/09/2000
Lactobacillus Acidophilus ed il Bifidobacterium Bifidum

05/09/2000
Il trapianto di intestino

05/09/2000
La piorrea

04/09/2000
L'agobiopsia

04/09/2000
Una macchina per ricreare il flusso ideale del "Chi" nell'organismo

Notizie precedenti

Links
e-mail
Cerca nel sito

 

 

L'emangioma congenito (08/09/2000)

L'emangioma congenito è il tumore benigno più frequente dell'infanzia: determinato da una anomala formazione di nuovi vasi, esso può manifestarsi sotto forma di tumefazione ricoperta da cute bluastra, sotto forma di lesione "a fragola" (comunemente nota come "voglia di fragola") o presentare entrambe le caratteristiche descritte.
La sua evoluzione ha carattere trifasico: alla nascita è presente un alone rossastro, durante i primi tre mesi fino ad un anno di età la lesione cresce rapidamente, nei successivi cinque anni sussiste una fase stazionaria durante la quale l'emangioma regredisce lentamente. Il 90 per cento degli emangiomi non necessita di alcuna terapia poiché sono singoli, asintomatici ed a remissione spontanea. Il rimanente 10 per cento necessita invece di interventi risolutori soprattutto perché localizzato in zone a rischio per la vita o l'integrità del bambino (come per esempio nell'occhio o nelle vie respiratorie) o di grandi dimensioni, in questo caso pericoloso perché possono determinare insufficienza cardiaca o riduzione del numero delle piastrine.
Gli emangiomi si trattano generalmente con steroidi sistemici, inibitori dell'angiogenesi o, per coloro che fossero resistenti a tali farmaci, con interferone. Si interviene chirurgicamente solo in presenza di lesioni di grandi dimensioni che possono compromettere il funzionamento di strutture vitali o che non rispondono alle terapie.
La via migliore che i genitori possono intraprendere è quella di rivolgersi ad uno specialista dermatologo che, valutata la situazione, sarà in grado di indirizzarli verso la terapia migliore, senza escludere la possibilità di sottoporre il bambino ad una T.A.C. per controllare la crescita dell'emangioma in profondità.

 


L'armadietto omeopatico casalingo
(del Dott. Turetta)
Quali sono i problemi o le disfunzioni che possono giovarsi di un intervento omeopatico d'urgenza e, di conseguenza, come dovrebbe essere un ideale armadietto medicinale omeopatico casalingo.


 

Aggiungi questo sito ai tuoi preferiti (aggiungi segnalibro):
premi il tasto  Ctrl   assieme al tasto  D
. startspan -->


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2015 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

 

 

Pubblicità