-

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza  -  (Italiano - English)

 

Il calo di desiderio nella coppia: alcuni farmaci riducono la libido (Terza parte) - Aggiornamento del 26/05/2017.

La libido, cioè la voglia di fare all'amore o di sesso è influenzata da una quantità di fattori di cui spesso non abbiamo coscienza, non sappiamo nemmeno che esistono, tra i quali ci sono anche molti farmaci.
Qui voglio fornire una breve lista, assolutamente incompleta e non esauriente, solo indicativa, elaborata a livello internazionale dalle associazioni dei medici specialisti di problemi sessuali.

Ci sono farmaci che molte persone assumono o hanno assunto in alcuni momenti della loro vita senza sapere che queste terapie avrebbero portato assieme ai benefici anche problemi nell'ambito della sessualità.
Troppo spesso quando i farmaci vengono prescritti, soprattutto dagli specialisti di questa o quella branca della salute, i medici si dimenticano di avvertire i pazienti di questo tipo di problemi connessi alle terapie, vuoi perché concentrati sul loro problema che sono chiamati a risolvere, vuoi perché poco sensibili ai problemi della sessualità, che sottovalutano nell'economia globale del paziente, vuoi perché non li conoscono proprio o perché preferiscono tacerli: intanto risolvono il problema per cui sono stati interpellati. Il resto saranno problemi di altri, magari solo del paziente, purtroppo.

Quindi ho pensato che far conoscere un po' di più questa lista sarebbe potuto essere utile proprio agli ultimi, i pazienti.

Eccola qua:

  • Gli antidepressivi, compresi gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) e gli antidepressivi triciclici.

  • Gli antipsicotici che sono prescritti per specifici problemi mentali come la schizofrenia ed il disturbo bipolare.

  • Le benzodiazepine, prese tra l'altro anche per l'ansia e l'insonnia.

  • I beta-bloccanti, usati per abbassare la pressione sanguigna ma anche il glaucoma e l'emicrania.
    I farmaci che contengono estrogeni potrebbero ridurre la libido negli uomini.

  • La Finasteride che è il principale ingrediente di due farmaci: Proscar e Propecia. Il primo è usato per trattare l'iperplasia prostatica benigna (BPH), l'ingrossamento benigno della prostata, e Propecia che è un farmaco utilizzato nel trattamento dell'alopecia androgenetica con l'obiettivo di bloccare la perdita di capelli durante gli stadi precoci della malattia.

  • Gli oppiodi come la morfina e l'ossicodone che è un oppioide semisintetico, ambedue sono potenti antidolorifici che possono portare una diminuzione del desiderio sessuale.

  • I contraccettivi orali come la pillola che influenza gli ormoni sessuali femminili e quindi anche la libido femminile.

  • Gli estrogeni, ormoni femminili presenti anche in farmaci per la calvizie maschile, per l'ingrossamento della prostata e contro i tumori della stessa, nonché in molti alimenti e materiali con cui sono prodotti molti contenitori di cibi e bevande, svolgono un'azione di contrasto del desiderio sessuale maschile fino a creare problemi di erezione.

  • Anche i farmaci che agiscono sul testosteronee possono influire sul desiderio sia maschile che femminile perché agiscono sui centri che controllano la dopamina, anche se i meccanismi di azione non sono ancora completamente chiari.

La lista è parziale e prima di prendere qualsiasi iniziativa per cambiare delle terapie è assolutamente necessario consultare il medico.

Vedi anche
Per saperne di più sulla disfunzione erettile...

Marco Dal Negro