-

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza  -  (Italiano - English)

 

Sono sempre molti i problemi e le insicurezze sessuali: uno studio sugli adolescenti (19/07/2016)

Problemi ed insicurezze sessuali continuano ad interessare le persone di tutte le età, anche gli adolescenti: in Canada, ad esempio, il problema riguarda il 78,6% dei maschi e l'84,4% delle femmine tra i 16 ed i 21 anni, valori molto più alti di quanto non ci potremmo aspettare.

E' vero che si tratta di un altro paese, con una cultura diversa dal nostro, ma l'uso massivo di internet con i suoi contenuti globalizzati sta appiattendo ed omogeneizzando tutto, anche insicurezze e problemi sessuali, specialmente nei più giovani.

L'ultima segnalazione viene da una ricerca realizzata su 405 adolescenti canadesi, 180 maschi dell'età media di 19,3 anni e 225 femmine di 18,7.
Nell'arco di 2 anni i partecipanti hanno completato 5 indagini online.

Per valutare i possibili problemi gli studiosi hanno utilizzato strumenti come l'International Index of Erectile Function and Premature Ejaculation Diagnostic Tool per i maschi ed il Female Sexual Function Index per le femmine.
Oltre a ciò sono stati valutati i livelli clinici di stress.

I problemi più comuni tra i maschi sono risultati una scarsa soddisfazione sessuale (47.9%), poco desiderio (46.2%) e problemi di erezione.

I problemi più comuni tra le femmine sono risultati essere l'incapacità di raggiungere l'orgasmo (59.2%), una scarsa soddisfazione (48.3%) e rapporti dolorosi.

Le proiezioni nel tempo hanno evidenziato maggiori probabilità di avere problemi per chi non era impegnato in una relazione sessuale.
Col passare del tempo, però nel caso delle femmine c'è stato un miglioramento, probabilmente dovuto ad una crescente conoscenza ed esperienza, mentre per i maschi non è stato così.

Le 5 indagini online si sono occupate delle seguenti preoccupazioni legate al sesso:

• ansia;
• autostima sessuale;
• capacità di comunicare e condividere gusti e preferenze sessuali con i propri partner;
• eventuali storie di coercizione sessuale
• socializzazione, cioè eventuale adesione da parte degli intervistati all'idea tradizionale di uomini e donne;
• educazione sessuale scolastica.

Tra i partecipanti alla ricerca sessualmente attivi il 78,6% dei maschi ha avuto nel periodo dello studio almeno 1 problema sessuale che in almeno il 41,7% ha creato disagio o ansia.
Tra le partecipanti femmine l'84,4% ha avuto almeno 1 problema che ha creato ansia o disagio nel 47,8% dei casi.

Nel complesso, gli adolescenti non impegnati in alcun rapporto hanno riportato problemi con una frequenza tripla rispetto agli altri.

Gli autori sono consapevoli di non avere considerato altri fattori pure importanti come lo stato di salute generale dei partecipanti, fatto che potrebbe avere inquinato in qualche modo i risultati, oppure altri elementi influenti quali la scuola, il lavoro e la famiglia, e poi è stato richiesto di riferire dei problemi relativi alle ultime quattro settimane, così come avviene nelle indagini con gli adulti, ma cambiare la lunghezza di questi tempi avrebbe potuto produrre risultati diversi.

Per saperne di più
Journal of Adolescent Health
O’Sullivan, Lucia F., et al.
A Longitudinal Study of Problems in Sexual Functioning and Related Sexual Distress Among Middle to Late Adolescents
Link...

Marco Dal Negro