-

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza  -  (Italiano - English)

 

L'Anisakis, il parassita del pesce crudo Ŕ spesso sottovalutato: ecco come riconoscerlo (22/02/2011)

L'Anisakis simplex Ŕ un parassita che, se presente nel pesce di acqua salata crudo, pu˛ invadere l'intestino umano creando non pochi problemi.

Si possono verificare due situazioni cliniche

- la prima, conosciuta come patologia gastrointestinale, pu˛ essere senza sintomi, o presentare vomito e diarrea;

- la seconda, classificata come reazione avversa al cibo, Ŕ caratterizzata da un ampio spettro di reazioni allergiche: rinite, congiuntivite ed anche anafilassi con possibile ipotensione e shock.

Una volta infestato l'intestino, comunque, la terapia Ŕ solo chirurgica: per liberarsene bisogna togliere fisicamente le larve dalla parete dell'intestino.

Una ricerca italiana condotta dall'UniversitÓ di Bari ha verificato che il rischio di allergie legato all'Anisakis Simplex Ŕ stato spesso sottovalutato.

Qui sotto trovate alcuni video in cui potete vedere chiaramente, a occhio nudo, come si presenta l'Anisakis nella polpa del pesce, e quindi come riconoscerlo e come comportarsi.

Ricordiamo che la surgelazione a -20 per 24 ore o a -18 per 4 giorni uccide il parassita ma NON elimina il probllema allergia di cui parla la ricerca dell'universitÓ di Bari. Lo stesso vale per la cottura.

Ecco della coda di rospo cotta giusta da un punto di vista culinario, ma troppo poco cotta dal punto di vista dell'Anisakis. Se volete mangiare bene, guardate quello che mangiate.

 

 

La ricerca dell'UniversitÓ di Bari

L'epitelio intestinale, il maggior sistema di difesa contro le molecole esterne, se la sua funzione protettiva Ŕ compromessa rappresenta un cancello aperto per tossine ed allergeni.

Precedenti dati avevano dimostrato la stretta relazione tra un'alterata permeabilitÓ intestinale (I.P.) ed il peggioramento delle manifestazioni cliniche in pazienti con reazione avversa da cibo.

In questo articolo i ricercatori hanno valutato la sensibilizzazione all'Anisakis Simplex tra i pazienti che avevano riferito sintomi clinici di allergia.

I dati hanno dimostrato che l'abitudine alimentare di mangiare pesce crudo rappresenta un alto rischio per l'integritÓ della mucosa intestinale, e con ogni probalitÓ, questa situazione pu˛ costituire un ideale, sottostimato cancello aperto per molecole che predispongono ad altre importanti patologie.

Ricercatori ed attribuzioni
Lorenzo Polimeno,1; Mariangela Loiacono,1; Barbara Pesetti,1; Rosanna Mallamaci,2; Maria Mastrodonato,3; Alessandro Azzarone,4; Emanuele Annoscia,1 ; Francesco Gatti,1; AnnaCinzia Amoruso,1 and Maria Teresa Ventura5
1 Section of Gastroenterology, Department of Emergency and Organ Transplantation (DETO), University of Bari, Bari, Italy.
2 Pharmaco-Chemical Department, School of Pharmacy, University of Bari, Bari, Italy.
3 Department of Animal and Environmental Biology, University of Bari, Bari, Italy.
4 Unit of Gastroenterology, Ospedale ôS. Paolo,ö Bari, Italy.
5 Department of Internal Medicine, Immunology and Infectious Diseases (MIDIM), University of Bari, Bari, Italy.

Vedi anche
Anisakis: un aggiornamento dal congresso dei microbiologi clinici (17/11/2016)
Link...

Acciughe sotto sale e rischio parassita Anisakis: la risposta definitiva (09/05/2013)
Link...

Oltre all'Anisakis: altri parassiti pericolosi sono presenti nel pesce crudo (23/05/2019)
Link...

Per saperne di pi¨
UniversitÓ di Bari
Link...

Marco Dal Negro