Alice

Amparanoia

Ani Di Franco

Antonella Ruggiero

Badmarsh & Shri

Baixinho

Beth Orton

Bjork

Bruce Springsteen

Carmen Consoli

Carmen Consoli

Claude Challe

Cornershop

Cranberries

Cristiano De Andrè

David Gray

Diana Krall

Dido

Elio e le Storie Tese

Faithless

Francesca Mineo

Françoiz Breut

Gabin

Gemma Hayes

Gianna Nannini

Goldfrapp

Hooverphonic

Jackson Browne

Jewel

Joe Strummer

Joe Zawinul

John Cale

John Mayer

Koop

Kristin Hersh

Kristin Hersh&Throwing Muses

Laurie Anderson

Le Vibrazioni

Macy Gray

Madredeus

Maria Pia De Vito

Mariza

Massimo Ranieri

Michael Franti

Moby

Natasha Atlas

Neffa

Negrita

Nitin Sawhney

Nitin Sawhney 2

Noa

Norah Jones

Orishas

Pat Metheny

Patrizia Di Malta

Pete Yorn

Rap

Res

Richard Ashcroft

Rokia Traoré

Rosalia De Souza

Rosana

Roy Paci & Aretuska

SA (Sound Alchemist) Robin Neko

Sarah Jane Morris

Scott4

Sergent Garcia

Shawn Colvin

Sheryl Crow

Simple Minds

Si*Sé

Subsonica

Tanya Donelly

The Folk Implosion

Vincente Amigo

 

Links

Cerca nel sito

 

 

 

 

Musica per i golosi

a cura di Francesca Mineo

 

 

 


Baixinho

L'intervista

<Vedi? Questa è la mia famosa grattugia! Me la porto dietro da vent'anni, e suona ancora benissimo!>. La musica di Baixinho ha anche i suoni di una grattugia, di piccole padelle, di attrezzi del cuoco, di un bidone di plastica in cui si raccoglie il vetro riciclato. Ma esalta il berimbau, il surdo, le congas, il pandeiro (tamburo) e i campanelli ('agogo'), che danno il ritmo a basso, chitarre e tastiere. Impossibile stare fermi a guardare.

Tutto questo è 'capoeira', antica disciplina brasiliana di cui Baixinho è maestro. Canto, ballo e varie esibizioni sono concentrati nel doppio album di Baixinho, 'FuZuè' (Vitaminic/edel), realizzato con undici musicisti e con gli arrangiamenti di Kal dos Santos. Una prima parte infuocata di brani diversi, in cui pulsano le diverse anime e le ricchezze del 'nordeste brasiliano'; la seconda è più morbida e sofisticata.

E' infatti una raccolta di sei remix di pezzi del musicista ad opera di alcuni dj della nuova scena (Tommy Bass, Roller Inc, Maniaci dei dischi, Seldom seen e Famiglie Ground), un modo per unire idealmente l'elettronica più fredda con i suoni più semplici e naturali, quali sono le mille percussioni della capoeira.

<Questo disco è una storia, la storia di una vita - dice Baixinho, che vive a Milano dal 1987 e che dirige l''Academia di Capoeira', nel quartiere Isola - Ci sono cose belle e brutte, ma io penso che anche nelle cose brutte c'è il bello. La mia vita inizia in Brasile, a 15 anni ho cominciato a praticare la capoeira. Sono diventato maestro e questo è quello che faccio da sempre. A Milano sono riuscito a fondare l'Academia, perciò questo disco racconta questa storia, la mia>.

Una passione, quella della capoeira, che a Milano e in Italia sta trovando sempre più fans: piace l'intreccio di danza, gioco, lotta e acrobazia che mette radici a Bahia nel XVII secolo, quando gli schiavi di origine africana esprimevano così la loro sete di libertà. Oggi capoeira - in Brasile è sport nazionale - significa energia e spirito libero, corpo in armonia con lo spirito e musica che celebra la gioia di vivere. Come 'FuZuè', che significa 'caos, confusione'.

<Ho iniziato con un allievo, ma oggi a Milano ne abbiamo più di seicento>, dice Baixinho, che tenta di trovare una definizione per il genere. <La capoeira è uno stile di vita, è un impulso dell'adolescenza, è la sapienza dell'adolescenza, che non invecchia mai dentro di noi>.

I remix della seconda parte, così tecnologici, paiono in contrasto con tanta naturalezza e freschezze della prima. <Devo dire che i remix non fanno parte della mia cultura - dice Baixinho - ma è una bella dimostrazione che tutti vogliono crescere, che tutti stiamo crescendo. E sono contento che questi dj vogliano farlo con miei brani>.
Un disco che non dimentica i contenuti sociali, memore delle proprie origini. 

<Nell'album parlo di diritti umani, che oggi purtroppo non contano molto - spiega il musicista, che parla italiano con un divertente accento portoghese - La persona nella società non può essere valutato su quello che ha, ma su quello che è. E' banale, ma nel mondo vale più l'economia dei diritti>. Non a caso sono frequenti le esibizioni e i concerti di Baixinho votati a cause umanitarie. Potere alla musica? <La musica è lo strumento migliore per aggregare le persone e per diffondere i valori importanti - spiega - Anche il calcio lo è, ma credo che musica abbia più potere. Nella musica non esiste colore>.


 

 


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2016 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

 

 

 

 


Pubblicità



Pubblicità

[_private/root_princ/juiceadv300x250.htm]

 


[_private/root_princ/juiceadv300x250.htm]


-

[_private/root_princ/juiceadv_overlay.htm]