Alice

Amparanoia

Ani Di Franco

Antonella Ruggiero

Badmarsh & Shri

Baixinho

Beth Orton

Bjork

Bruce Springsteen

Carmen Consoli

Carmen Consoli

Claude Challe

Cornershop

Cranberries

Cristiano De Andrè

David Gray

Diana Krall

Dido

Elio e le Storie Tese

Faithless

Francesca Mineo

Françoiz Breut

Gabin

Gemma Hayes

Gianna Nannini

Goldfrapp

Hooverphonic

Jackson Browne

Jewel

Joe Strummer

Joe Zawinul

John Cale

John Mayer

Koop

Kristin Hersh

Kristin Hersh&Throwing Muses

Laurie Anderson

Le Vibrazioni

Macy Gray

Madredeus

Maria Pia De Vito

Mariza

Massimo Ranieri

Michael Franti

Moby

Natasha Atlas

Neffa

Negrita

Nitin Sawhney

Nitin Sawhney 2

Noa

Norah Jones

Orishas

Pat Metheny

Patrizia Di Malta

Pete Yorn

Rap

Res

Richard Ashcroft

Rokia Traoré

Rosalia De Souza

Rosana

Roy Paci & Aretuska

SA (Sound Alchemist) Robin Neko

Sarah Jane Morris

Scott4

Sergent Garcia

Shawn Colvin

Sheryl Crow

Simple Minds

Si*Sé

Subsonica

Tanya Donelly

The Folk Implosion

Vincente Amigo

 

Links

Cerca nel sito

 

 

 

 

Musica per i golosi

a cura di Francesca Mineo

 

 

 


Laurie Anderson

L'intervista

Laurie Anderson ha ancora l'espressione da ragazzina, malgrado fascinose rughe le solchino il viso. "Life on a string" (Cgd East West) è il ritorno all'attività di studio, dopo molti mesi dedicati al teatro, e, soprattutto, al suo adorato violino. Compaiono Bill Frisell e Lou Reed, sul quale non si dice nulla se non che suona la chitarra in "One beautiful evening".
Antesignana delle contaminazioni tra le discipline artistiche, in testa alle avanguardie newyorchesi degli anni '70, l'autrice di 'O Superman' - già melodia la campagna pubblicitaria contro l'Aids - ha presentato l'album a Milano. Un omaggio allo strumento classico che, tuttavia, anni fa, riuscì a trasformare: il suo violino elettrico aveva testine magnetiche al posto delle corde, suonate con un archetto speciale. 

Una innovazione che fece storia.
Antesignana delle contaminazioni tra le discipline artistiche, in testa alle avanguardie newyorchesi degli anni '70, l'autrice di
'O Superman' - già melodia la campagna pubblicitaria contro l'Aids - ha presentato l'album a Milano. Un omaggio allo strumento classico che, tuttavia, anni fa, riuscì a trasformare: il suo violino elettrico aveva testine magnetiche al posto delle corde, suonate con un archetto speciale. Una innovazione che fece storia. 

<Ho messo mano definitivamente all'album dopo il tour dello spettacolo teatrale ispirato a "Moby Dick" di Melville - racconta la Anderson, di passaggio a Milano - Mi sono resa conto di essere rimasta impregnata di diciannovesimo secolo per troppo tempo, ne avevo abbastanza di questi marinai e dei loro problemi! Una buona fonte di ispirazione è stata poi la musica per orchestra che avevo dedicato l'anno scorso, all'aviatrice Amelia Earhart, inabissatasi nel Pacifico...un po' come è accaduto alla nave di Moby Dick

L'amore per il violino non è mai venuto meno...
Assolutamente. Ho ritrovato la bellezza di ascoltare il suono di strumenti fatti con legno e metallo, senza nulla di elettronico. Il violino è protagonista di questo album.

New York cambia velocemente. Che ricordi ha della città negli anni delle avanguardie? 
Oggi è sicuramente molto più conservatrice. In un certo senso lo era già vent'anni fa, solo che è oggi più ricca, così che per gli artisti questa può essere una condizione sfavorevole: la gente è automaticamente meno interessata alla cultura. D'altra parte lavorare in un contesto politico conservatore può essere anche una sfida. 

New York è in ogni caso ancora un luogo di ispirazione?
Certamente. Per "Washington street" e "Statue of liberty" ho girato la città e l'ho osservata in modo diverso dal solito, anche perché sono stata incaricata di compilare la voce relativa a New York per la Encyclopedia Britannica. E' stato un modo per ri-amarla.

"Slip away", invece, è una canzone dedicata a suo padre... 
"E' un ricordo della morte di mio padre. Lui non aveva una particolare fede religiosa, quindi non aveva alcuna idea a proposito di ciò che accade dopo la morte. Quando i medici gli hanno dato due mesi di vita, lui ha avuto una singolare reazione: ha voluto noleggiare molte cassette di film western per vedere come morivano i cowboy, per imparare il coraggio.....Ho trascorso con lui il suo ultimo giorno, capivo che era alla fine e non sapevo che fare Allora ho chiamato un'amica buddista, che mi ha suggerito di sedermi vicino a lui, di ascoltare il suo respiro e di sincronizzare il mio con il suo... Così ho fatto, fino alla fine. E' stata una bella esperienza, dopo tutto, vedere una persona che se ne va, come se dicesse addio.

Che ricordo ha del successo di "O Superman"?
Avevo prodotto il disco da sola, in mille copie, con l'idea di venderlo per posta. Poi mi è arrivato un ordine da quarantamila copie. Pensavo "Se è popolare, deve essere brutto".

In passato il business non condizionava, come oggi, la musica. Che ne pensa?
Preferisco pensare alla musica come un'arte in sé piuttosto che puntare al successo economico fin dall'inizio. In questo modo sei critico, metti tutto in discussione. Oggi molti artisti giovani fanno bene a godersi il successo eclatante e momentaneo, ma personalmente lo ritengo un atteggiamento superficiale.

Pensa di aver raggiunto la serenità?
No, non sono affatto serena. Ma ho imparato. Il mio cane, un terrier, mi ha insegnato la semplicità della vita, a non farti prendere dalle ansie. Poi ho cercato di fare esperimenti sulla mia vita, per mettermi alla prova. Ho trascorso un po' di tempo con una comunità Amish, gente che vive senza avere alcun contatto con la tecnologia. Sembravano molto rilassati, credo però che sia difficile per loro relazionarsi con gli altri: per esempio non esprimono rabbia verso il prossimo, oppure lo fanno in modo quasi educato! Alla fine, non ce la facevo più: sono tornata a New York, dove ci si può anche arrabbiare liberamente!

Per questo ha deciso di accettare un lavoro da McDonald's?
E' utile per osservare la vita da un altro punto di vista. Magari non resisterò molto, ma cerco di capire cosa sia la globalizzazione e la standardizzazione cui veniamo quotidianamente sottoposti. Il meccanismo di Mc Donald's, di fatto, si riflette su tutta la società.

Sta lavorando a nuovi progetti multimediali?
Sì, è un progetto da realizzare a Zurigo, in collaborazione con l'Expo: io mi occupo della musica e dell'immagine. Si tratta di una costruzione alta 20 metri, con un lago artificiale all'interno. Ci sono molti letti dove i visitatori si sdraiano, mentre telecamere proiettano immagini sul soffitto. Tutto questo dovrebbe dare l'impressione di entrare nei sogni di qualcun altro. 


 

 


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2016 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

 

 

 

 


Pubblicità



Pubblicità

[_private/root_princ/juiceadv300x250.htm]

 


[_private/root_princ/juiceadv300x250.htm]


-

[_private/root_princ/juiceadv_overlay.htm]