Alice

Amparanoia

Ani Di Franco

Antonella Ruggiero

Badmarsh & Shri

Baixinho

Beth Orton

Bjork

Bruce Springsteen

Carmen Consoli

Carmen Consoli

Claude Challe

Cornershop

Cranberries

Cristiano De Andrè

David Gray

Diana Krall

Dido

Elio e le Storie Tese

Faithless

Francesca Mineo

Françoiz Breut

Gabin

Gemma Hayes

Gianna Nannini

Goldfrapp

Hooverphonic

Jackson Browne

Jewel

Joe Strummer

Joe Zawinul

John Cale

John Mayer

Koop

Kristin Hersh

Kristin Hersh&Throwing Muses

Laurie Anderson

Le Vibrazioni

Macy Gray

Madredeus

Maria Pia De Vito

Mariza

Massimo Ranieri

Michael Franti

Moby

Natasha Atlas

Neffa

Negrita

Nitin Sawhney

Nitin Sawhney 2

Noa

Norah Jones

Orishas

Pat Metheny

Patrizia Di Malta

Pete Yorn

Rap

Res

Richard Ashcroft

Rokia Traoré

Rosalia De Souza

Rosana

Roy Paci & Aretuska

SA (Sound Alchemist) Robin Neko

Sarah Jane Morris

Scott4

Sergent Garcia

Shawn Colvin

Sheryl Crow

Simple Minds

Si*Sé

Subsonica

Tanya Donelly

The Folk Implosion

Vincente Amigo

 

Links

Cerca nel sito

 

 

 

 

Musica per i golosi

a cura di Francesca Mineo

 

 

 


Neffa

L'intervista

“I molteplici mondi di Giovanni, il cantante Neffa” sembra il titolo di una fiaba. E’ invece un album di sedici tracce molto rilassanti e piacevoli che esplorano diversi generi musicali. Forse più di altri suoi lavori colpisce la fluidità del sentiero musicale tracciato, dove non manca uno sguardo divertito e ‘leggero’ verso la realtà quotidiana. Una voglia di non prendersi sul serio, ma al tempo stesso di non perdere la direzione. 
“A questo proposito mi sembra che si sia esagerato in Italia su vari fronti – spiega Neffa - anche con la recente proposta di punire chi consuma droghe leggere. Si è equiparato il consumo allo spaccio, oltre che le droghe leggere a quelle pesanti. L’Italia vuole fare la voce grossa in politica estera e poi si perdono su queste questioni”.

Ma Neffa preferisce glissare sulle vicende della politica italiana, anche se concorda sulla scelta di molti colleghi musicisti nello schierarsi contro la nuova legge sulle tossicodipendenze annunciata dal vicepresidente del Consiglio Fini.
Il musicista che dagli anni ’90 ha conosciuto e esplorato vari generi musicali, in particolar modo il mondo hip hop, esce con un disco su cui punta molto. Del resto ‘Prima di andare via’, brano funky che impazza nelle radio da tempo, è solo un assaggio di tutto l’album una vera e propria dichiarazione d’amore per l’r&b e il soul.

Senti di essere cantautore, con questo album?
Non saprei, la definizione mi fa pensare a qualcuno che ha un repertorio, che compone con chitarra e piano, ma io non credo di essere così. Sono uno che scrive le canzoni che canta. Cercavo da tempo di fare canzoni così, più strutturate dal punto di vista musicale, forse più complete.

I mondi di cui parli sono quelli che hai visto fino ad ora? Il mondo dell’hip hop, della musica indipendente...
Certo mi riferisco ai mondi musicali, ai suoni che vengono fuori da ciò che ho ascoltato fin da piccolo, suoni vivi e non preconfezionati. Non voglio fare funk anni ‘70 e ritmi giamaicani in modo pedissequo, ma mi sono ispirato a quei suoni così che è emerso un cd che ha brani diversi tra loro, con il filo comune della passione per la musica e dell’onestà.

E’ un disco che appare solare nel suo complesso...
E’ vero, ma questo è il mi modo di reagire ai momenti difficili. Più sto male e più è sereno il disco! Sono stato ispirato da ciò che sentivo, mentre in altri dischi precedenti i testi influenzavano la musica. Devo dire che mai come in questo album la musica è stata terapeutica. Per me è importante che il pubblico venga ai concerti, che ascolti e sia soddisfatto di questo disco. Non mi interessa campare per le hit, che pure sono importanti, ma non l’unico obiettivo.

La tua musica ha in effetti anche obiettivi sociali...
Sì, anche se non voglio fare proclami, non mi sono mai piaciuti. Ho visto che, anche chi ha fatto rivoluzioni con le sue canzoni è stato alla fine ‘commercializzato’ e il suo messaggio si è vanificato. Forse io sono ‘politico’ nel modo di trattare la mia creatività. Ma sul palco salgo così come sono.

Spesso definisci la tua musica come ‘musica da ballo’: è la premessa di un revival?
Io vivo a Roma e malgrado ciò mi accorgo che la gente ‘si irrigidisce’ sempre di più, nella vita normale e, purtroppo, anche nel tempo libero. E la musica è diventata consumo di massa: in discoteca non si balla ma si recita la parte delle persone felici, che si divertono. La musica riveste sempre meno importanza anche a livello sociale, perché è più importante per molti scegliere un divertimento per il locale, la gente che lo frequenta, l’abbigliamento da indossare. A parte dieci dj che fanno la differenza, nei club la musica è omologata a forza di ‘unz unz!’. Certo non sono qui a dire alle folle ‘pentitevi!’, ma cerco di fare una musica che possa riconciliare con il ballo e il sano movimento.

Per questo hai voluto un video scanzonato?
Sì, lo abbiamo registrato nella stazione di Milano Garibaldi, perché è un luogo della quotidianità. A un certo punto scatta la musica di ‘Prima di andare via’ e una macchinetta delle foto-tessera si anima, diventando un luogo da cui entra e esce un via vai di gente strana. Questa è secondo me la dimostrazione che la musica altera la struttura sociale: chi è serio di giorno può trasformarsi con la musica, in discoteca o a un concerto. La musica da ballo modifica positivamente la realtà. Far suonare la musica libera è molto più naturale: siamo più analogici che digitali.

Nei brani lasci emergere una critica alla frenesia dei tempi moderni
Certo, vorrei che la gente tornasse a lavorare per vivere e non il contrario. Come diceva Beppe Grillo in un suo monologo, oggi organizziamo ogni secondo della giornata, anche il tempo. E questo è del tutto innaturale.

 

 

 


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2016 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

 

 

 

 


Pubblicità



Pubblicità

[_private/root_princ/juiceadv300x250.htm]

 


[_private/root_princ/juiceadv300x250.htm]


-

[_private/root_princ/juiceadv_overlay.htm]