Alice

Amparanoia

Ani Di Franco

Antonella Ruggiero

Badmarsh & Shri

Baixinho

Beth Orton

Bjork

Bruce Springsteen

Carmen Consoli

Carmen Consoli

Claude Challe

Cornershop

Cranberries

Cristiano De Andrè

David Gray

Diana Krall

Dido

Elio e le Storie Tese

Faithless

Francesca Mineo

Françoiz Breut

Gabin

Gemma Hayes

Gianna Nannini

Goldfrapp

Hooverphonic

Jackson Browne

Jewel

Joe Strummer

Joe Zawinul

John Cale

John Mayer

Koop

Kristin Hersh

Kristin Hersh&Throwing Muses

Laurie Anderson

Le Vibrazioni

Macy Gray

Madredeus

Maria Pia De Vito

Mariza

Massimo Ranieri

Michael Franti

Moby

Natasha Atlas

Neffa

Negrita

Nitin Sawhney

Nitin Sawhney 2

Noa

Norah Jones

Orishas

Pat Metheny

Patrizia Di Malta

Pete Yorn

Rap

Res

Richard Ashcroft

Rokia Traoré

Rosalia De Souza

Rosana

Roy Paci & Aretuska

SA (Sound Alchemist) Robin Neko

Sarah Jane Morris

Scott4

Sergent Garcia

Shawn Colvin

Sheryl Crow

Simple Minds

Si*Sé

Subsonica

Tanya Donelly

The Folk Implosion

Vincente Amigo

 

Links

Cerca nel sito

 

 

 

 

Musica per i golosi

a cura di Francesca Mineo

 

 

 


Norah Jones

L'intervista

Norah Jones è molto 'cool'. Lo stile le scivola addosso, la moda non la preoccupa, perché è lei stessa a crearla nei gesti e negli sguardi che accompagnano la sua musica. 
La bellissima Norah Jones, voce di miele e fumo, ha incantato New York con brani racchiusi in 'Come away with me', album pubblicato in Europa per la prestigiosa etichetta jazz Blue Note. Nata nella Grande Mela ma vissuta a Grapevine, nel Texas, a soli 22 anni è considerata 'the next big thing' del jazz. 

In pochi anni è cresciuto il talento di un'artista, cantante e pianista, che già è stata accostata a Cassandra Wilson e Diana Krall.

A cinque anni cantava in cori gospel, a dieci suonava il piano e cominciava a comporre musica; a sedici anni si esibiva il piccoli locali cercando di emulare Etta James. Una ragazzina prodigio che ha subito educato la voce sulle orme delle black Ladies della musica americana. Fino ad arrivare al 'suo' jazz, che si direbbe 'impuro', perché alle 'conversazioni' tipiche tra pianoforte e contrabbasso accosta il lamento del blues e l'incedere scanzonato del folk. I suoi testi raccontano l'amore e le relazioni tra uomo e donna, ma, per quanto si tratti di storie reali e molto concrete, è la singolare vocalità di Norah Jones a distrarre da qualsiasi contenuto.

"Mia madre era una accanita fan di Billie Holiday, aveva tutti i suoi dischi - racconta la Jones - . Una volta ne presi uno che mi piaceva molto e provai a suonarlo e a cantarlo, per ore e ore. Il mio pezzo preferito era 'You Go To My Head'. La passione per la musica e il talento le hanno fatto bruciare le tappe: decisiva la trasferta a New York.

<Nell'estate del '99 accettai l'invito di un amico che aveva una casa al Greenwich Village. Arrivai a Manhattan...e non l'ho lasciata più. E' stata la musica a farmi restare - ricorda Norah, con lo sguardo pieno di nostalgia -. La scena musicale era così ricca che trovavo tutto emozionante e stimolante>. Così, tra un concerto e l'altro - <La mia passione era andare la sera in piccoli locali, come The Living Room!> - Norah Jones incontra il suo Pigmalione. E' Arif Mardin, già produttore e arrangiatore di Aretha Franklin e di molte star del jazz e del soul. E' lui a proporle di dare ordine alla musica, ai suoi pezzi scritti di getto, e di pensare a un album vero e proprio. In più, per la Blue Note.

<All'inizio ero molto nervosa - ricorda la Jones, il cui pianoforte in 'Come away with me' è docile al suono della voce - Non volevo che produttori e case discografiche mi spaventassero o mi costringessero a dischi preconfezionati. Ma Arif Mardin è la persona più semplice che abbia conosciuto; mi ha solo dato consigli e buone idee>.

Del suo talento, anche sotto il profilo della composizione e degli arrangiamenti, si sono accorti in molti. Per primo il chitarrista Bill Frisell, che non ha esitato un attimo: compare nell'album come ospite illustre. 'Come away with me' è un disco romantico e passionale, di grande eleganza. 
<Non pensavo che sarebbe venuto un disco così bello - sorride entusiasta - pensavo di dover aspettare anni prima di arrivare a questo punto. Invece è esattamente il disco che volevo realizzare>.

 

 

 


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2016 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

 

 

 

 


Pubblicità



Pubblicità

[_private/root_princ/juiceadv300x250.htm]

 


[_private/root_princ/juiceadv300x250.htm]


-

[_private/root_princ/juiceadv_overlay.htm]