Alice

Amparanoia

Ani Di Franco

Antonella Ruggiero

Badmarsh & Shri

Baixinho

Beth Orton

Bjork

Bruce Springsteen

Carmen Consoli

Carmen Consoli

Claude Challe

Cornershop

Cranberries

Cristiano De Andrè

David Gray

Diana Krall

Dido

Elio e le Storie Tese

Faithless

Francesca Mineo

Françoiz Breut

Gabin

Gemma Hayes

Gianna Nannini

Goldfrapp

Hooverphonic

Jackson Browne

Jewel

Joe Strummer

Joe Zawinul

John Cale

John Mayer

Koop

Kristin Hersh

Kristin Hersh&Throwing Muses

Laurie Anderson

Le Vibrazioni

Macy Gray

Madredeus

Maria Pia De Vito

Mariza

Massimo Ranieri

Michael Franti

Moby

Natasha Atlas

Neffa

Negrita

Nitin Sawhney

Nitin Sawhney 2

Noa

Norah Jones

Orishas

Pat Metheny

Patrizia Di Malta

Pete Yorn

Rap

Res

Richard Ashcroft

Rokia Traoré

Rosalia De Souza

Rosana

Roy Paci & Aretuska

SA (Sound Alchemist) Robin Neko

Sarah Jane Morris

Scott4

Sergent Garcia

Shawn Colvin

Sheryl Crow

Simple Minds

Si*Sé

Subsonica

Tanya Donelly

The Folk Implosion

Vincente Amigo

 

Links

Cerca nel sito

 

 

 

 

Musica per i golosi

a cura di Francesca Mineo

 

 

 


Nitin Sawhney

"Prophesy" (V2)

La sua musica è in realtà una migrazione sonora da un continente all’altro. Lo è sempre stato: esemplare il titolo di un album di qualche anno fa, "Migration", ma anche "Beyond skin" (’99) sotto l’apparenza di un sound fascinoso e pieno di suggestioni, raccontava in realtà la sofferenza di vivere sradicati, specie se il paese d’origine, l’India, è un paese che ha vissuto la dominazione coloniale. <Dall’oppressione nasce l’espressione>, è solito dire Nitin Sawhney, mente brillante e creativa dell’attuale scena inglese. 

Indiano di seconda generazione a Londra, ha vissuto l’integrazione della sua famiglia, arrivata a fine anni Sessanta dall’ex colonia della Regina, in un momento di difficile convivenza tra le etnie. Ricercatore di suoni e maestro nel miscelarli, il multi-strumentista cresciuto a eggs&bacon e fish&chips, non ha mai staccato il cordone ombelicale che lo lega alla sua terra. E la sua musica, dalla critica britannica, è stata definita chips&soul, a indicare che, ormai, Sawhney è stato adottato senza riserve.

Il 2001 per Sawhney è l’anno di "Prophesy", dove Oriente e tecnologia si sposano per raccontare emozioni che uniscono i popoli.

<La mia musica è riflesso di quanto ho vissuto – spiega l’artista che oggi è considerato tra i più innovativi della scena europea – . I suoni che si sciolgono nelle melodie di oriente e occidente sono un messaggio di unione e di pace>.

 

La sua espressione artistica è frutto di un sincretismo tra le tradizioni musicali: melodie indiane, l’energia degli strumenti tradizionali come le tablas, jazz, soul e perfino flamenco, <perché le basi ritmiche della musica tradizionale indiana e di quella spagnola sono le stesse>.

In "Prophesy" il viaggio di Nitin Sawhney è accaduto realmente attraverso i continenti, un viaggio iniziatico all’espressione artistica. <E’ stata una ricerca musicale ma soprattutto spirituale – racconta – attraverso il mondo che cerca una crescita. E proprio dove l’arretratezza sembra di casa, come tra gli aborigeni d’Australia, ho in realtà trovato il vero sviluppo spirituale dell’uomo, in perfetta empatia con la Natura>.

 

Dall’incontro con i nativi d’America e con i bambini di Soweto – questi ultimi cantano in coro in ‘Footsteps’ - con sciamani e musicisti di ogni paese, Sawhney ha poi realizzato un disco che sfonda le barriere culturali e trova i comuni denominatori. C’è la voce di Nelson Mandela - <Siamo liberi di essere liberi> - nell’emozionante "Breathing Light", un inno alla pace e alla libertà; e risaltano le collaborazioni con i cantanti di origine nordafricana Natasha Atlas e Cheb Mami, la vocalist brasiliana Nina Rocha Miranda, il timbro soul di Terry Callier e il virtuoso di chitarra flamenco José Miguel Carmona.

La copertina dell’album, che ritrae Sawney in cammino su un sentiero di un parco, racchiude i segreti di "Prophesy".

<La foto non chiarisce in che direzione sto camminando. Non lo so nemmeno io: è un simbolo delle incertezze sul presente e sul futuro. Io non ho soluzioni, ma solo mille domande>.

 

 

 


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2016 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

 

 

 

 


Pubblicità



Pubblicità

[_private/root_princ/juiceadv300x250.htm]

 


[_private/root_princ/juiceadv300x250.htm]


-

[_private/root_princ/juiceadv_overlay.htm]