My Best Life: un aiuto per vivere meglio

SALUTE

DEPRESSIONE

SESSUALITA'

CAPIRSI

GOLA

AMBIENTE

MUSICA

RIDERE

Interviste:

A

Alice

Alice(2)

Vincente Amigo

Ani Di Franco

Tori Amos

Laurie Anderson

Nicola Arigliano
"Go Man"

Richard Ashcroft

Natasha Atlas

Awahoshi

B

Badmarsh & Shri

Erykah Badu

Baixinho

Franco Battiato

Beth Orton

Björk

Mary J.Blige

Brian Eno e
J. Peter Schwalm

Carlinhos Brown

Jackson Browne

Françoiz Breut

David Byrne

Bjork

C

John Cale

Vinicius Cantuaria

Vinicio Capossela

Luzmila Carpio

Jamie Catto e
Duncan Bridgeman

Cecilia Chailly

Claude Challe

Manu Chao

The Chieftains

Leonard Cohen

Shawn Colvin

Carmen Consoli

Carmen Consoli2

Cornershop

Elvis Costello con
Burt Bacharah

Cranberries

Sheryl Crow

D

Cristiano De Andrè

Sussan Deyhim

Rosalia De Souza

Maria Pia De Vito

Dido

Patrizia Di Malta

Tanya Donelly

E

Elio e le
Storie Tese

Elisa

Enya:
"a day without rain"

Enya

F

Faithless

Giovanni Lindo
Ferretti

The Folk Implosion

Michael Franti

Freak Antoni

G

Gabin

Peter Gabriel

Max Gazzè

Goldfrapp

Gotan Project

David Gray

Macy Gray

H

Christoph Haas

Gemma Hayes

Kristin Hersh

Kristin Hersh &
Throwing Muses

Hooverphonic

J

Jewel

Norah Jones

Jovanotti

K

Kayah & Bregovic

Koop

Diana Krall

L

Le vibrazioni

Yungchen Lhamo

Donal Lunny

Arto Lyndsay

M

Madredeus

Mariza"Fado curvo"

John Mayer

Loreena McKennitt

John McLaughlin
e Zakir Hussain

Pat Metheny

Stephan Micus
Desert poems

Stephan Micus

Moby

Sarah Jane Morris

Alanis Morissette

N

Sainkho Namtchylhak

Gianna Nannini

Neffa

Negrita

Noa

O

Orishas

 

R

Susheela Raman

Massimo Ranieri

Res

Laurence Revey

Rosana

Roy Paci 

Roy Paci & Aretuska

Antonella Ruggiero

S

Nitin Sawhney
"Human"

Nitin Sawhney

Ryuichi Sakamoto
"Gohatto"

Scott4

Sergent Garcia

Shivaree

Shri

Simple Minds

Si*Sè

Jimmy Scott

Joe Strummer

Subsonica

T

Rachid Taha
Rokia Traoré:
l'intervista e 
il Concerto

Rokia Traoré:
"Bomwboi"

V

Susanne Vega

Moreno Veloso

Viniciuis Cantuaria

Andreas
Vollenweider

W

Lena Willemark
e Ale Möller

Y

Pete Yorn

Youssou N'Dour

Z

Joe Zawinul

Hector Zazou

 

Flashback:

Blue Note

Musica dei Cieli

Rap

Battiato: intervista

Dick Hebdige

Fabrizio De Andrè

João Gilberto:
The legendary J.G.

Philip Glass

Nino Rota

The fabulous sixties

La Musica New Age

Links

Cerca nel sito

Ambiente, inquinamento, energia e bio architettura

 

Musica per l'anima

a cura di Roberto Gatti

 

Björk
"Greatest Hits"

Milano. L'operazione Nozze d'Argento è iniziata venerdì 1. novembre, giorno di Ognissanti. Con il solito, enorme clangore dei media, cartacei ed eterei, e con l'ancor più solito, ovattatissimo, silenzio dell'artista.Che altri non è se non Björk Gudmundsdóttir: in arte e per

gli amici semplicemente Björk, per fortuna. Con il visetto sbarazzino che si ritrova, con quella verve adolescenziale che elargisce a piene mani quando si scatena sul palcoscenico, la grande chanteuse di Reykjavik non pare davvero un'icona con venticinque anni di onorata carriera sul groppone. Eppure - strano ma vero - è proprio così, visto che i primi vagiti musicali risalgono addirittura agli inizi del 1978, quando lei era ancora una bambina (tredici anni non ancora compiuti, essendo nata il 21 novembre del 1965), ma già era la leader riconosciuta di una band molto punk e molto estrema, gli Exodus. Una decina di album sono passati da allora: due con i Kukl, quattro con i Sugarcubes (la band islandese con cui si è segnalata al mondo intero, fondata nel 1987 con Thór Eldon) e cinque nelle vesti di solista: ivi compresa la colonna sonora di "Dancer in the Dark", il film di Lars von Trier con cui, a dimostrazione del suo straordinario eclettismo, ha conquistato a Cannes, nel maggio del 2000, la Palma d'Oro di miglior attrice protagonista. E anche due figli ha fatto nel frattempo, la signora Gudmundsdóttir: il maschietto Sindri, ormai quattordicenne, concepito con il chitarrista Thór Eldon; e una femminuccia dal nome ancora top secret, nata un mese fa (il 3 ottobre, per la precisione) da una relazione con l'artista Matthew Barney.
Ma ritorniamo rapidamente all'operazione Nozze d'Argento, e alla valanga di prodotti, gadget e iniziative a questa collegati. Il primo è un "Greatest Hits" di quindici canzoni, edito dalla Mercury e tracciato da Björk di proprio pugno. Che l'ha anche corredato di alcune notazioni originali, al fine di indirizzare l'ascolto su traiettorie autentiche. Per esempio, a proposito dell'inedita "It's in our Hands" Björk dice: "E' stato bello scrivere una canzone sanguigna come questa dopo aver realizzato un album etereo come "Vespertine", che è venuto fuori trasparente come un cristallo. E' una canzone che ci piace sempre suonare dal vivo, per la gioia di scatenarci". E di "All Is Full of Love": "Questa canzone risale a un momento della mia vita in cui uscivo da un inverno piuttosto rigido. Mi ritrovai in un mattino di primavera, uscii di casa e sentii gli uccellini che cantavano: la primavera era arrivata! Ero talmente euforica che scrissi e registrai la canzone in mezza giornata, con una sola idea di base: non essere troppo testarda, non essere sciocca: c'è amore dappertutto!". E di "Pagan Poetry": "Avevo sempre voluto lavorare con i carillon, ma ero in attesa dell'occasione giusta. Ne avevo già una discreta collezione, ma la verità è che volevo scrivere io stessa della musica per carillon e farne costruire uno. All'inizio, l'azienda alla quale mi rivolsi non era entusiasta dell'idea. Da secoli producevano carillon in scatole di legno, e invece io ne volevo un modello trasparente, fatto di plexiglas. Non riuscivano proprio a capacitarsi: "Perché?", continuavano a chiedermi. Il legno attutisce il suono e lo rende più delicato, e invece io volevo che fosse molto duro, squillante, come suonato sui ghiaccioli. Alla fine, però, lo ammisero: era il miglior carillon che avessero mai costruito". E infine, di "Possibly May Be": "Questa è una canzone che mi permette di fare evoluzioni spericolate e di dare il massimo con la voce. Per essere ancora più precisa, mi dà l'opportunità di usare la voce come uno strumento musicale, ed è per questo che la canto quasi sempre nei miei concerti. In realtà doveva essere una canzone country, e infatti facemmo venire in studio un chitarrista che usava lo "slide". Non credo che il risultato finale abbia molto a che fare con il country, ma tant'è".
Il secondo gadget in ordine di apparizione è un lussuoso cofanetto per fans e indomiti collezionisti, emblematicamente titolato "Family Tree" e ricco di sei cidì (uno standard e cinque mini), di un libretto con i testi delle canzoni e di un albero genealogico con tutti i rami di cinque lustri di carriera. Dice ancora Björk, in una bella intervista concessa qualche tempo fa a David Toop, critico di "The Face": "Dopo aver finito "Vespertine", ebbi la sensazione di aver completato qualcosa: qualcosa che avevo fortemente desiderato fin dall'infanzia. Ora, invece, mi sento come se avessi davanti un foglio bianco, un nuovo inizio, un'occasione per cominciare tutto daccapo. Per questo è giunto il momento di pubblicare una selezione, o piuttosto una retrospettiva, delle mie canzoni e della mia storia fino a questo momento. Insomma, un "Family Tree": un albero genealogico, appunto". Che, nella visione della piccola chanteuse islandese, si compone di quattro rami fondamentali. Il primo è quello delle armonie, "Roots", che raccoglie la parte più antica e patriottica dei suoi lavori. Il secondo è quello sperimentale, "Beats", dove compaiono i primi "demo" realizzati con Mark Bell e Graham Massey: autentiche profanazioni - in senso futuristico - della secolare cultura d'Islanda. C'è poi il ramo accademico, "Strings", esemplare pacificazione con gli Immortali studiati al Conservatorio (Bach e Beethoven), dapprima ripudiati e poi rivalutati: e qui evocati grazie alla maestria del Brodsky Quartet. Dulcis in fundo, c'è infine il ramo poetico: senza un nome proprio ma ricco di un libretto con le liriche delle canzoni più significative composte finora. A dimostrazione che Björk non è soltanto una straordinaria interprete, ma anche una fine poetessa. Cosa forse ovvia, in una terra i cui abitanti si nutrono di poesia come noi di spaghetti.
Per completare il quadro d'assieme, già straordinariamente ricco, non poteva mancare un'altra delle passioni supreme di Björk: l'arte visiva. "I video mi entusiasmano per il processo che c'è dietro, per la possibilità di lavorare a contatto di gomito con i registi", dice al riguardo. "Per molti versi è una cosa che mi libera, perché girando un video mi ritrovo a essere di nuovo una principiante. E' l'enfasi tutta centrata sul lavoro di gruppo, un "mood" che mi piace moltissimo". E così, ecco pronti a uscire sul mercato, verso la metà del mese, due impeccabili Dvd: "Volumen 1992-2003", sorta di "Greatest Hits" in versione visiva, e "Live at the Royal Opera House", che riprende i concerti del tour di "Vespertine" nei teatri più belli del mondo (compresi il Regio di Parma e l'Opera di Roma, dove si è esibita nel novembre dello scorso anno). Last but not least, ecco infine lo special "Inside Björk, un documentario di 50 minuti per la regia di Christopher Walker, che verrà diffuso in Italia da Tele+ Bianco lunedì 18 novembre, in seconda serata. Dove, fra i tanti ospiti interpellati (qualche nome: Lars von Trier, Sean Penn, Alexander McQueen), compare anche Elton John, che rilascia ai posteri la seguente, fulminea, dichiarazione apodittica: "L'ho amata fin dal primo momento che l'ho vista, perché è così piena di ispirazione, è un'artista vitale e vivente... Björk non è solo musica: è poesia, è visualità, è stile. E' arte in tutto ciò che fa, nel senso più pieno del termine".

  Di Roberto Gatti

English text

email: info@mybestlife.com


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2016 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

Recensioni:

A

“Eros & Ares”
L'ottava raccotlta
di musica di
10 Corso Como

a musica di
10 Corso Como

La musica di
10 Corso Como 2

AA.VV.
"Verve Remixed"

Damon Albarn

Alice
"Viaggio in Italia"

Tori Amos:
Scarlet's walk

Tori Amos:
Strange little girls

Tori Amos:
concerto di Milano

Amparanoia
"Somos viento"

Laurie Anderson

Laurie Anderson
"Life on a String"

Ani Di Franco

Anjali
“The World
of Lady A”

Nicola Arigliano
il concerto di Milano

Nicola Arigliano
Nu ritratto

Richard Ashcroft

  Natacha Atlas

Natasha Atlas (2)

René Aubry
Plaisirs d'amour

B

Susana Baca
espirituvivo

Susana Baca
il concerto di Milano

Susana Baca
Eco de sombras

Badmarsh & Shri

Erikah Badu
"Worldwide
Underground"

Erikah Badu
"Mama's Gun"

Baixinho

Banda Ionica
"Matri mia"

Orchestra Baobab
 "Specialist in
all styles"

Orchestra Baobab

Battiato

David Bowie
"Heathen"

Goran Bregovic
"Tales and songs
from weddings
and funerals"

Jackson Browne

David Byrne
Look into the eyeball

Bjork

Carlinhos Brown

Françoiz Breut

C

Café del mar

John Cale
"HoboSapiens"

Vincius Cantuaria
"
Tucuma"

Vincius Cantuaria
"Vinicius"

Vincius Cantuaria
conerto "Festate"

Vinicio Capossela

Vinicio Capossela
"L'indispensabile"

Johnny Cash

Cecilia Chailly

Claude Challe

Manu Chao

   The Chieftains

Coldplay

John Coltrane

Shawn Colvin

Compay Segundo

Carmen Consoli

Carmen Consoli
L'eccezione

Paolo Conte
"Reveries"

Stewart Copeland

Cornershop

Cranberries

Sheryl Crow

D

Dadawa

Cristiano De Andrè

Francesco
De Gregori
Fuoco amico

Francesco
De Gregori e
Giovanna Marini

Rosalia De Souza

Maria Pia De Vito

Dido "Life for rent"

Patrizia Di Malta

Tanya Donelly

Ani Choying Drolma

E

Ludovico Einaudi
"I Giorni"

Elio e le
Storie Tese

Elio e le
Storie Tese

Brian Eno"
Drawn from life"

Enya
"a day without rain"

Cesaria Evora

F

Faithless

Marianne Faithfull
"Kissin' Time"

Marianne Faithfull

Ibrahim Ferrer"
Buenos Hermanos"

Giovanni Lindo
Ferretti

Bryan Ferry
"As time goes by"

Bryan Ferry
"Frantic"

The Folk Implosion

Michael Franti

G

Gabin

Peter Gabriel "UP"

Peter Gabriel

Richard Galliano
"Piazzolla forever"

Jan Garbarek

Djivan Gasparian
e Michael Brook

João Gilberto
Il concerto di MIlano

João Gilberto
Voz e violao

Goldfrapp
"Back Cherry"

Gotan Project

David Gray

Macy Gray

Henry Grimes

H

Taraf de Haïdouks

Gordon Haskell

Jon Hassel

Gemma Hayes

Kristin Hersh

Kristin Hersh &
Throwing Muses

Hooverphonic

Hooverphonic
Il concerto di Milano

J

Jewel

Joe Jackson 
"Night and Day II")

Enzo Jannacci

Keith Jarrett

Norah Jones

Jovanotti

K

Khaled

Ustad Nishat Khan

Angélique Kidjo

King Crimson

Koop

Diana Krall

I

Idir

Irlanda:
l'isola dei canti

L

Lamb

Lamb
"What Sound"

Daniel Lanois
"Shine"

Bill Laswell
Les Nubians
"One step..."

Les Nubians

Lettere celesti
compilation

Arto Lindsay
"Invoke"

M

Madredeus

Madredeus
"Antologia"

Malia

Mariza"Fado curvo"

Mau Mau

John Mayer

Pat Metheny

Stephan Micus

Stephan Micus
"Towards tha Wind"

Joni Mitchell

Joni Mitchell
"Travelogue"

Moby

Marisa Monte

Natalie Merchant

Sarah Jane Morris
"Love and pain"

Sarah Jane Morris

Alanis Morissette

Roberto Murolo

N

Sainkho Namtchylak
"stepmother city"

Gianna Nannini
Aria

Neffa

Negrita

Noir Désir

Noa

Noa "Now"

Michael Nyman
"Sangam"

Michael Nyman

O

Orishas

Beth Orton

P

Robert Plant

Prince

R

Susheela Raman
"Love trap"

Massimo Ranieri

Lou Reed
"The Raven"

Res

Laurence Revey

SA Robin Neko
"Soulways"

Amália Rodrigues

Rokia

Rosana

Roy Paci & Aretuska
"Tuttapposto"

Roy Paci & Aretuska
(golosi)

Antonella Ruggiero 1

Antonella Ruggiero 2

Rumi

S

Sade
lovers live

Sade
lovers rock

Sergio Secondiano
Sacchi

Morelembaum 2
Sakamoto "Casa"

Morelembaum
Sakamoto
Il concerto di Milano

Henry Salvador
"Chambre avec vue

Nitin Sawhney
"Human"

Nitin Sawhney

Scott4

Jimmy scott
 Over the rainbow

Jimmy Scott

Ravi Shankar

Talvin Singh "ha"

Simple Minds

Sergent Garcia

Paul Simon:
"You're The One"

Paul Simon
il concerto di MIlano

Bruce Springsteen
( di Roberto Gatti)

Bruce Springsteen
(di Francesca Mineo)

Si*Sè

David Sylvian
"Camphor"

David Sylvian 
"Everything and nothing"

David Sylvian 
recensione concerto

Joe Strummer

Subsonica

T

Rachid Taha

Luigi Tenco

Tom Waits
"Alice"
"Blood money"

Rokia Traoré:
"Bomwboi"

Tribalistas

Vassilis Tsabropoulos
"Akroasis"

V

Van de Sfroos
Perdonato
dalle lucertole

Caetano Veloso
Noites do norte

Caetano Veloso

Moreno Veloso

Anne Sofie von Otter
& Elvis Costello
For the Stars

W

Jah Wooble

Robert Wyatt

Y

Savina Yannatou

Pete Yorn

Youssou N'Dour

Z

Joe Zawinul

 

Flash:

Cantosospeso

Mickey Hart

Yungchen Lhamo

Paco Peña

Sainkho Namchylak

Sabri Brothers

Jah Wooble