My Best Life: un aiuto per vivere meglio

SALUTE

DEPRESSIONE

SESSUALITA'

CAPIRSI

GOLA

AMBIENTE

MUSICA

RIDERE

Interviste:

A

Alice

Alice(2)

Vincente Amigo

Ani Di Franco

Tori Amos

Laurie Anderson

Nicola Arigliano
"Go Man"

Richard Ashcroft

Natasha Atlas

Awahoshi

B

Badmarsh & Shri

Erykah Badu

Baixinho

Franco Battiato

Beth Orton

Björk

Mary J.Blige

Brian Eno e
J. Peter Schwalm

Carlinhos Brown

Jackson Browne

Françoiz Breut

David Byrne

Bjork

C

John Cale

Vinicius Cantuaria

Vinicio Capossela

Luzmila Carpio

Jamie Catto e
Duncan Bridgeman

Cecilia Chailly

Claude Challe

Manu Chao

The Chieftains

Leonard Cohen

Shawn Colvin

Carmen Consoli

Carmen Consoli2

Cornershop

Elvis Costello con
Burt Bacharah

Cranberries

Sheryl Crow

D

Cristiano De Andrè

Sussan Deyhim

Rosalia De Souza

Maria Pia De Vito

Dido

Patrizia Di Malta

Tanya Donelly

E

Elio e le
Storie Tese

Elisa

Enya:
"a day without rain"

Enya

F

Faithless

Giovanni Lindo
Ferretti

The Folk Implosion

Michael Franti

Freak Antoni

G

Gabin

Peter Gabriel

Max Gazzè

Goldfrapp

Gotan Project

David Gray

Macy Gray

H

Christoph Haas

Gemma Hayes

Kristin Hersh

Kristin Hersh &
Throwing Muses

Hooverphonic

J

Jewel

Norah Jones

Jovanotti

K

Kayah & Bregovic

Koop

Diana Krall

L

Le vibrazioni

Yungchen Lhamo

Donal Lunny

Arto Lyndsay

M

Madredeus

Mariza"Fado curvo"

John Mayer

Loreena McKennitt

John McLaughlin
e Zakir Hussain

Pat Metheny

Stephan Micus
Desert poems

Stephan Micus

Moby

Sarah Jane Morris

Alanis Morissette

N

Sainkho Namtchylhak

Gianna Nannini

Neffa

Negrita

Noa

O

Orishas

 

R

Susheela Raman

Massimo Ranieri

Res

Laurence Revey

Rosana

Roy Paci 

Roy Paci & Aretuska

Antonella Ruggiero

S

Nitin Sawhney
"Human"

Nitin Sawhney

Ryuichi Sakamoto
"Gohatto"

Scott4

Sergent Garcia

Shivaree

Shri

Simple Minds

Si*Sè

Jimmy Scott

Joe Strummer

Subsonica

T

Rachid Taha
Rokia Traoré:
l'intervista e 
il Concerto

Rokia Traoré:
"Bomwboi"

V

Susanne Vega

Moreno Veloso

Viniciuis Cantuaria

Andreas
Vollenweider

W

Lena Willemark
e Ale Möller

Y

Pete Yorn

Youssou N'Dour

Z

Joe Zawinul

Hector Zazou

 

Flashback:

Blue Note

Musica dei Cieli

Rap

Battiato: intervista

Dick Hebdige

Fabrizio De Andrè

João Gilberto:
The legendary J.G.

Philip Glass

Nino Rota

The fabulous sixties

La Musica New Age

Links

Cerca nel sito

Ambiente, inquinamento, energia e bio architettura

 

Musica per l'anima

a cura di Roberto Gatti

 

Andreas Vollenweider
"Cosmopoly"

 

Andreas Vollenweider, da Zurigo, è da tempo l’arpista più famoso del mondo, insieme ad Andreas Vollenweider ha 46 anni appena compiuti (il 4 di ottobre, per la precisione), i capelli arruffati e il sorriso straordinariamente timido e gentile.

Andreas Vollenweider non sopporta di essere catalogato nell’etichetta New Age, ormai tanto vasta da racchiudere in sè tutto e il contrario di tutto: "molto più appropriato infilarmi in quella che io chiamo Contemporary Cosmopolitic Instrumental Music", dice soppesando bene le parole.
wollen2SM2.JPG (10095 byte)Andreas Vollenweider se ne sta racchiuso da un paio di giorni filati nella saletta delle interviste della Sony Music, in pieno centro di Milano, a rispondere alle centinaia di domande che gli addetti ai lavori gli rivolgono a proposito del suo nuovo album "Cosmopoly", appena uscito in tutti gli angoli d’Europa: ma non per questo ha l’occhio stanco e l’aspetto annoiato.
Al contrario, sprizza gioia e vigore da tutti i pori: "perché", dice, "c’è sempre qualcosa di importante da imparare da qualsiasi intervista, anche la più apparentemente "stupida" e "insulsa". Io ascolto tutto quanto, memorizzo anche le virgole, e poi cerco di rispondere al meglio. Perché so che tutto questo mi servirà per il mio lavoro futuro".

wollen11SM2.JPG (16354 byte)  L'intervista

Insomma, come diceva quel saggio tibetano di svariatissimi secoli fa: "più stupide sono le domande, più intelligenti saranno le risposte"...

"Proprio carino questo aforisma! E grazie tante per avermelo fatto conoscere!Lo faccio mio, perché mi pare perfettamente in sintonia con il modo che ho sempre utilizzato per affrontare le cose: dare il meglio di me in ogni situazione e, al tempo stesso, mantenermi perfettamente libero di seguire le mie intuizioni, la mia natura più profonda...".

Una natura che dev’essere molto flessibile e sfaccettata, vista la differenza abissale che passa fra questo "Cosmpoly" e il suo lavoro precedente: "Kryptos", del 1997...

"Ha perfettamente ragione. Ma, vede, l’aspetto buffo di tutta la faccenda è che "Kryptos" era stato concepito come un album solistico, e solo strada facendo si è trasformato in quella "symphonic adventure" enfatizzata nel sottotitolo. Potrei dire che i materiali musicali, che inizialmente avevo pensato per sola arpa, mi hanno via via preso la mano, e sono diventati sempre più grandi, epici ed opulenti. Ma, alla fine, proprio questa inimmaginabile ridondanza mi ha fatto capire che ero ormai pronto per cose molto più piccole, private, intime, emozionali e dirette. Come dire, in altre parole, che la genesi di "Cosmopoly" ha preso forma un istante dopo aver terminato "Kryptos". Buffo, non è vero?".

Forse sì. E in ogni caso significativo del fatto che lei riesce a intrattenere con se stesso un dialogo molto metodico e molto intenso...

"E’ assolutamente vero.Tanto che io sono solito affermare che il mio peggior nemico... sono io stesso, e che la cosa migliore che io possa fare... è di proteggermi dagli agguati che la mia intelligenza ha sempre voglia di organizzarmi! Non sto scherzando, glielo assicuro! Sono un tale perfezionista che più di una volta mi è venuto il ghiribizzo di buttare alle ortiche tutto quanto avevo costruito! E anche per questo "Cosmopoly" mi sembra una tappa fondamentale della mia esistenza. Perché, qui, ho lavorato a stretto contatto di gomito con un sacco di amici: Düde Dürst, Hugo Faas, Carly Simon, Darryll Pitt. E, grazie a loro, ho finalmente capito che cosa vuol dire lavorare con gioia e in perfetta sintonia reciproca. In gruppo, invece che perennemente da solo!".

E infatti il disco è una lunga sequela di temi alquanto brevi, spesso organizzati in forma di duetti: con Djivan Gasparyan, Bobby McFerrin, Carly Simon, Abdullah Ibrahim, Milton Nascimento, Carlos Nuñez, Xiaojing Wang e molti altri.Una vera e propria novità, per lei.

"Certo, e anche una grande sfida con me stesso. Perché in un tema di due-minuti-due, magari organizzato soltanto per arpa e voce, c’è ben poco da sfogliar verze! Si tratta di mettere insieme, in perfetta armonia, trama e ordito, senza ricorrere ad altre decorazioni. E lì si capisce se uno ha davvero fiducia in quello che sta facendo!".

E lei l’ha avuta, indubbiamente, stando a quanto si ascolta nel disco. Ma ora, per favore, ci faccia un piccolo ritrattino dei suoi ospiti più famosi: cominciando, magari, dal grande Djivan Gasparyan...

"Ah, il "vecchio" Djivan: che musicista straordinario! L’avevo conosciuto di persona già tantissimi anni fa, ai tempi della sua prima registrazione "ufficiale". Suonava il "duduk" (il piccolo flauto armeno in radica di ciliegio) con un’intensità a dir poco spasmodica, riusciva a cavarne emozioni allo stato purissimo, sonorità vicinissime alla voce umana: un’estasi totale, insomma! Finito il concerto sono andato a conoscerlo di persona, e lì ho scoperto che l’uomo era, se possibile, ancor più grande e incantevole del musicista.Un vero miracolo in carne e ossa!".

Continuiamo con Bobby McFerrin...

"Un altro tipo fantastico, mi creda! Ha un sense of humour sviluppatissimo, una bonomia inimmaginabile, una leggerezza esistenziale impagabile. E questo dipende dal fatto che Bobby è uno dei pochissimi uomini di mia conoscenza che è stato in grado di preservare il bambino che c’è in lui. E, quindi, anche una gioia di vivere assolutamente fanciullesca".

Avanti un altro: il pianista africano Abdullah Ibrahim, un tempo conosciuto come Dollar Brand...

"Lo adoro da quando ascolto musica: da almeno quarant’anni, quindi! Lo adoro perché ha uno stile pianistico assolutamente personale, con un "ostinato" della mano sinistra molto africano e anche, perché no, molto svizzero insieme. Questo suo stile così arcaicamente percussivo si sposa benissimo con il mio modo di suonare l’arpa: abbondantemente derivato da lui, non ho alcuna difficoltà ad ammetterlo. E infatti suonare con lui è stato un qualcosa di magico e commovente al tempo stesso. Abbiamo provato per non più di un’ora, e sembrava che ci si conoscesse da una vita!".

Dulcis in fundo, Carly Simon.

"Carly è una delle mie migliori amiche. La conosco da vent’anni, e da vent’anni non faccio altro che ringraziarla per tutto quello che ha sempre fatto per me.Mi ha aperto le strade dei teatri americani quando non ero nessuno, quando ci voleva un coraggio da leone per credere in quel che andavo combinando. Una persona così si trova una volta sola nell’arco di un’intera esistenza, mi creda!".

Per finire, signor Vollenweider, un paio di parole sui suoi programmi da qui a fine anno.

"Un po’ di riposo, prima di affrontare lo "sbarco" negli Stati Uniti: nei primi giorni dell’anno Duemila. Dove, ancora una volta, potrò contare sull’aiuto della mia cara amica Carly".

 

  Di Roberto Gatti

English text

email: info@mybestlife.com


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2016 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

Recensioni:

A

“Eros & Ares”
L'ottava raccotlta
di musica di
10 Corso Como

a musica di
10 Corso Como

La musica di
10 Corso Como 2

AA.VV.
"Verve Remixed"

Damon Albarn

Alice
"Viaggio in Italia"

Tori Amos:
Scarlet's walk

Tori Amos:
Strange little girls

Tori Amos:
concerto di Milano

Amparanoia
"Somos viento"

Laurie Anderson

Laurie Anderson
"Life on a String"

Ani Di Franco

Anjali
“The World
of Lady A”

Nicola Arigliano
il concerto di Milano

Nicola Arigliano
Nu ritratto

Richard Ashcroft

  Natacha Atlas

Natasha Atlas (2)

René Aubry
Plaisirs d'amour

B

Susana Baca
espirituvivo

Susana Baca
il concerto di Milano

Susana Baca
Eco de sombras

Badmarsh & Shri

Erikah Badu
"Worldwide
Underground"

Erikah Badu
"Mama's Gun"

Baixinho

Banda Ionica
"Matri mia"

Orchestra Baobab
 "Specialist in
all styles"

Orchestra Baobab

Battiato

David Bowie
"Heathen"

Goran Bregovic
"Tales and songs
from weddings
and funerals"

Jackson Browne

David Byrne
Look into the eyeball

Bjork

Carlinhos Brown

Françoiz Breut

C

Café del mar

John Cale
"HoboSapiens"

Vincius Cantuaria
"
Tucuma"

Vincius Cantuaria
"Vinicius"

Vincius Cantuaria
conerto "Festate"

Vinicio Capossela

Vinicio Capossela
"L'indispensabile"

Johnny Cash

Cecilia Chailly

Claude Challe

Manu Chao

   The Chieftains

Coldplay

John Coltrane

Shawn Colvin

Compay Segundo

Carmen Consoli

Carmen Consoli
L'eccezione

Paolo Conte
"Reveries"

Stewart Copeland

Cornershop

Cranberries

Sheryl Crow

D

Dadawa

Cristiano De Andrè

Francesco
De Gregori
Fuoco amico

Francesco
De Gregori e
Giovanna Marini

Rosalia De Souza

Maria Pia De Vito

Dido "Life for rent"

Patrizia Di Malta

Tanya Donelly

Ani Choying Drolma

E

Ludovico Einaudi
"I Giorni"

Elio e le
Storie Tese

Elio e le
Storie Tese

Brian Eno"
Drawn from life"

Enya
"a day without rain"

Cesaria Evora

F

Faithless

Marianne Faithfull
"Kissin' Time"

Marianne Faithfull

Ibrahim Ferrer"
Buenos Hermanos"

Giovanni Lindo
Ferretti

Bryan Ferry
"As time goes by"

Bryan Ferry
"Frantic"

The Folk Implosion

Michael Franti

G

Gabin

Peter Gabriel "UP"

Peter Gabriel

Richard Galliano
"Piazzolla forever"

Jan Garbarek

Djivan Gasparian
e Michael Brook

João Gilberto
Il concerto di MIlano

João Gilberto
Voz e violao

Goldfrapp
"Back Cherry"

Gotan Project

David Gray

Macy Gray

Henry Grimes

H

Taraf de Haïdouks

Gordon Haskell

Jon Hassel

Gemma Hayes

Kristin Hersh

Kristin Hersh &
Throwing Muses

Hooverphonic

Hooverphonic
Il concerto di Milano

J

Jewel

Joe Jackson 
"Night and Day II")

Enzo Jannacci

Keith Jarrett

Norah Jones

Jovanotti

K

Khaled

Ustad Nishat Khan

Angélique Kidjo

King Crimson

Koop

Diana Krall

I

Idir

Irlanda:
l'isola dei canti

L

Lamb

Lamb
"What Sound"

Daniel Lanois
"Shine"

Bill Laswell
Les Nubians
"One step..."

Les Nubians

Lettere celesti
compilation

Arto Lindsay
"Invoke"

M

Madredeus

Madredeus
"Antologia"

Malia

Mariza"Fado curvo"

Mau Mau

John Mayer

Pat Metheny

Stephan Micus

Stephan Micus
"Towards tha Wind"

Joni Mitchell

Joni Mitchell
"Travelogue"

Moby

Marisa Monte

Natalie Merchant

Sarah Jane Morris
"Love and pain"

Sarah Jane Morris

Alanis Morissette

Roberto Murolo

N

Sainkho Namtchylak
"stepmother city"

Gianna Nannini
Aria

Neffa

Negrita

Noir Désir

Noa

Noa "Now"

Michael Nyman
"Sangam"

Michael Nyman

O

Orishas

Beth Orton

P

Robert Plant

Prince

R

Susheela Raman
"Love trap"

Massimo Ranieri

Lou Reed
"The Raven"

Res

Laurence Revey

SA Robin Neko
"Soulways"

Amália Rodrigues

Rokia

Rosana

Roy Paci & Aretuska
"Tuttapposto"

Roy Paci & Aretuska
(golosi)

Antonella Ruggiero 1

Antonella Ruggiero 2

Rumi

S

Sade
lovers live

Sade
lovers rock

Sergio Secondiano
Sacchi

Morelembaum 2
Sakamoto "Casa"

Morelembaum
Sakamoto
Il concerto di Milano

Henry Salvador
"Chambre avec vue

Nitin Sawhney
"Human"

Nitin Sawhney

Scott4

Jimmy scott
 Over the rainbow

Jimmy Scott

Ravi Shankar

Talvin Singh "ha"

Simple Minds

Sergent Garcia

Paul Simon:
"You're The One"

Paul Simon
il concerto di MIlano

Bruce Springsteen
( di Roberto Gatti)

Bruce Springsteen
(di Francesca Mineo)

Si*Sè

David Sylvian
"Camphor"

David Sylvian 
"Everything and nothing"

David Sylvian 
recensione concerto

Joe Strummer

Subsonica

T

Rachid Taha

Luigi Tenco

Tom Waits
"Alice"
"Blood money"

Rokia Traoré:
"Bomwboi"

Tribalistas

Vassilis Tsabropoulos
"Akroasis"

V

Van de Sfroos
Perdonato
dalle lucertole

Caetano Veloso
Noites do norte

Caetano Veloso

Moreno Veloso

Anne Sofie von Otter
& Elvis Costello
For the Stars

W

Jah Wooble

Robert Wyatt

Y

Savina Yannatou

Pete Yorn

Youssou N'Dour

Z

Joe Zawinul

 

Flash:

Cantosospeso

Mickey Hart

Yungchen Lhamo

Paco Peña

Sainkho Namchylak

Sabri Brothers

Jah Wooble