My Best Life: un aiuto per vivere meglio

SALUTE

DEPRESSIONE

SESSUALITA'

CAPIRSI

GOLA

AMBIENTE

MUSICA

RIDERE

Interviste:

A

Alice

Alice(2)

Vincente Amigo

Ani Di Franco

Tori Amos

Laurie Anderson

Nicola Arigliano
"Go Man"

Richard Ashcroft

Natasha Atlas

Awahoshi

B

Badmarsh & Shri

Erykah Badu

Baixinho

Franco Battiato

Beth Orton

Björk

Mary J.Blige

Brian Eno e
J. Peter Schwalm

Carlinhos Brown

Jackson Browne

Françoiz Breut

David Byrne

Bjork

C

John Cale

Vinicius Cantuaria

Vinicio Capossela

Luzmila Carpio

Jamie Catto e
Duncan Bridgeman

Cecilia Chailly

Claude Challe

Manu Chao

The Chieftains

Leonard Cohen

Shawn Colvin

Carmen Consoli

Carmen Consoli2

Cornershop

Elvis Costello con
Burt Bacharah

Cranberries

Sheryl Crow

D

Cristiano De Andrè

Sussan Deyhim

Rosalia De Souza

Maria Pia De Vito

Dido

Patrizia Di Malta

Tanya Donelly

E

Elio e le
Storie Tese

Elisa

Enya:
"a day without rain"

Enya

F

Faithless

Giovanni Lindo
Ferretti

The Folk Implosion

Michael Franti

Freak Antoni

G

Gabin

Peter Gabriel

Max Gazzè

Goldfrapp

Gotan Project

David Gray

Macy Gray

H

Christoph Haas

Gemma Hayes

Kristin Hersh

Kristin Hersh &
Throwing Muses

Hooverphonic

J

Jewel

Norah Jones

Jovanotti

K

Kayah & Bregovic

Koop

Diana Krall

L

Le vibrazioni

Yungchen Lhamo

Donal Lunny

Arto Lyndsay

M

Madredeus

Mariza"Fado curvo"

John Mayer

Loreena McKennitt

John McLaughlin
e Zakir Hussain

Pat Metheny

Stephan Micus
Desert poems

Stephan Micus

Moby

Sarah Jane Morris

Alanis Morissette

N

Sainkho Namtchylhak

Gianna Nannini

Neffa

Negrita

Noa

O

Orishas

 

R

Susheela Raman

Massimo Ranieri

Res

Laurence Revey

Rosana

Roy Paci 

Roy Paci & Aretuska

Antonella Ruggiero

S

Nitin Sawhney
"Human"

Nitin Sawhney

Ryuichi Sakamoto
"Gohatto"

Scott4

Sergent Garcia

Shivaree

Shri

Simple Minds

Si*Sè

Jimmy Scott

Joe Strummer

Subsonica

T

Rachid Taha
Rokia Traoré:
l'intervista e 
il Concerto

Rokia Traoré:
"Bomwboi"

V

Susanne Vega

Moreno Veloso

Viniciuis Cantuaria

Andreas
Vollenweider

W

Lena Willemark
e Ale Möller

Y

Pete Yorn

Youssou N'Dour

Z

Joe Zawinul

Hector Zazou

 

Flashback:

Blue Note

Musica dei Cieli

Rap

Battiato: intervista

Dick Hebdige

Fabrizio De Andrè

João Gilberto:
The legendary J.G.

Philip Glass

Nino Rota

The fabulous sixties

La Musica New Age

Links

Cerca nel sito

Ambiente, inquinamento, energia e bio architettura

 

Musica per l'anima

a cura di Roberto Gatti

 

Jon Hassell
Concerto a Milano

Milano. In una serata dominata dalla “Sfida dei tre trombettisti” - così almeno titolava il “Corriere della Sera” nelle sue pagine milanesi, mettendo uno contro l’altro, chissà mai perché, vista la siderale lontananza dei loro stili e, dunque, anche delle rispettive audience,

il luganese Franco Ambrosetti (al Blue Note), l’italiano Fabio Morgera (alle Scimmie) e l’americano Jon Hassell (al Dal Verme) - “Suoni e Visioni”, l’abituale rassegna primaverile organizzata dalla Provincia di Milano, ha chiuso in bellezza, lunedì sera, la sua stagione 2003. L’ha chiusa con uno dei tre trombettisti impegnati in quella singolare tenzone a distanza, il più famoso dei tre: ovviamente Jon Hassell (senza nulla togliere al grande valore degli altri due). L’ha chiusa davanti a un pubblico non foltissimo, che riempiva a malapena i due terzi della grande platea del Dal Verme. Un po’ per via dell’eccessiva offerta di musica in una serata, quella del lunedì, tradizionalmente adibita a smaltire lo stress da week-end (e sarà sempre peggio, c’è da scommetterci, da qui a fine luglio). E un po’ perché quest’ultima edizione di “Suoni e Visioni” è stata - oggettivamente - alquanto sottotono rispetto alle precedenti: solo cinque appuntamenti da metà marzo ad oggi, e soltanto uno (quello dell’Orchestra Baobab, che potremo gustare anche al “Festate” di Chiasso) assolutamente esaltante. Jon Hassell a parte, ovviamente.
Di questo sessantaseienne libero improvvisatore nativo di Memphis, Tennessee, si sa già praticamente tutto. Si sa che, dopo la laurea all’Eastman School of Music di Rochester, ha proseguito la sua formazione a Darmstadt, sotto la guida rigorosissima di Karlheinz Stockhausen. Si sa che le prime tracce da lui lasciate su disco risalgono al lontanissimo 1970, quando Terry Riley, uno dei Padri Nobili del minimalismo, lo convoca in studio per la registrazione di quel che da sempre è considerato il suo massimo capolavoro: “In C”. Si sa che un altro contributo fondamentale alla sua formazione artistica arriva dalla militanza dentro il Theatre of Eternal Music del pianista La Monte Young e, soprattutto, dallo studio con il vocalist indiano Pandit Pran Nath, Gran Maestro (Pandit, appunto) di canto “kirana”: che gli insegna a trasferire sulla tromba le linee melodiche del “raga”. E infine si sa che galeotto è l’incontro - quasi un’intersezione di destini - con mister Brian Peter George St. John Le Baptiste de la Salle Eno, o più agevolmente Brian Eno: con il quale, nel 1980, realizza “Fourth World”, autentico, fondamentale, manifesto delle Possible Musics del terzo millennio. Dove Hassell riesce per la prima volta a enucleare un Quarto Mondo capace di accomunare gli impulsi istintivi del Terzo Mondo e le istanze razionali del Primo (tre più uno fa quattro, a buona evidenza). E dove la sua “snake trumpet”, la tromba-serpente sottile e cupa, umida e molle, torbida e malata, suonata quasi alla stregua di una conchiglia di mare, «entra di diritto fra i più audaci virtuosismi dell’intero decennio» (la citazione, d’obbligo, è del grande Piero Scaruffi).
Anche lunedì 26 maggio, a più di vent’anni di distanza da quelle leggendarie sperimentazioni, la “snake trumpet” di Jon Hassell è stata il leit-motiv dell’intera serata. Quando entra in scena, verso le 9 de la tarde, i suoi tre fidi compagni d’avventura sono già al lavoro: tutti e tre nerovestiti al pari del loro leader, come è ovvio che sia. Lo strepitoso Peter Freeman sta percuotendo le corde del suo basso con un ineffabile ritmo cardiaco. Rick Cox passa e ripassa sul ponticello della sua chitarra tutti gli oggetti che ha a disposizione, quasi a imitare il piano preparato di John Cage. Il sapientissimo John Beasley si ingegna a cavare da tastiere e campionatori ogni sorta di sibili e cacofonie, primitivismi e futurismi armoniosamente connessi, ronzii planetari e venti cosmici. Mentre le luci sul palco variano gradualmente da un freddissimo blu a un sensualissimo rosso, per sottolineare anche cromaticamente la raffinatissima mutazione delle atmosfere e dei “mood”. E quando i tre arrivano a un pianissimo, quasi l’anticamera del silenzio più catacombale, c’è da scommettere che il basso riprenderà quanto prima a pulsare la sua sorda vitalità, e la tromba di Hassell a muoversi come un serpente a sonagli fra i cespugli della savana.
E infatti è proprio così. Sapientemente filtrata dal sintetizzatore, a volte raddoppiata da echi e riverberi “intergalattici”, quasi à la Sun Ra, la “snake trumpet” di Pandit Jon dipinge affreschi - a volte eterei, a volte desolati - di un Qaurto Mondo in cui risuonano echi di Asia, Africa e Sudamerica. Evoca civiltà millenarie attraverso una timbrica fatta di vento, di echi, di versi animaleschi, di melma, di sabbie mobili, di canne di bambù, di brume dense e lattiginose. E’ un canto quieto, affascinante e suadente, quello di Jon Hassell: al quale, verso la metà della prima suite (e anche nel bis organizzato sugli stessi “mood”), si aggiunge quello più squillante di Paolo Fresu, gran trombettista di casa nostra (e così fanno quattro, se i conti tornano). E’ un viaggio attraverso i cinque continenti e il cosmo intero, organizzato senza muoversi di un solo millimetro dalla poltroncina di pelle nera che lo ospita. E che gli serve da base di lancio per un volo - dei sensi, della mente, dello spirito - che è ancor oggi quanto di più visionario si possa immaginare.

  Di Roberto Gatti

English text

email: info@mybestlife.com


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2016 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

Recensioni:

A

“Eros & Ares”
L'ottava raccotlta
di musica di
10 Corso Como

a musica di
10 Corso Como

La musica di
10 Corso Como 2

AA.VV.
"Verve Remixed"

Damon Albarn

Alice
"Viaggio in Italia"

Tori Amos:
Scarlet's walk

Tori Amos:
Strange little girls

Tori Amos:
concerto di Milano

Amparanoia
"Somos viento"

Laurie Anderson

Laurie Anderson
"Life on a String"

Ani Di Franco

Anjali
“The World
of Lady A”

Nicola Arigliano
il concerto di Milano

Nicola Arigliano
Nu ritratto

Richard Ashcroft

  Natacha Atlas

Natasha Atlas (2)

René Aubry
Plaisirs d'amour

B

Susana Baca
espirituvivo

Susana Baca
il concerto di Milano

Susana Baca
Eco de sombras

Badmarsh & Shri

Erikah Badu
"Worldwide
Underground"

Erikah Badu
"Mama's Gun"

Baixinho

Banda Ionica
"Matri mia"

Orchestra Baobab
 "Specialist in
all styles"

Orchestra Baobab

Battiato

David Bowie
"Heathen"

Goran Bregovic
"Tales and songs
from weddings
and funerals"

Jackson Browne

David Byrne
Look into the eyeball

Bjork

Carlinhos Brown

Françoiz Breut

C

Café del mar

John Cale
"HoboSapiens"

Vincius Cantuaria
"
Tucuma"

Vincius Cantuaria
"Vinicius"

Vincius Cantuaria
conerto "Festate"

Vinicio Capossela

Vinicio Capossela
"L'indispensabile"

Johnny Cash

Cecilia Chailly

Claude Challe

Manu Chao

   The Chieftains

Coldplay

John Coltrane

Shawn Colvin

Compay Segundo

Carmen Consoli

Carmen Consoli
L'eccezione

Paolo Conte
"Reveries"

Stewart Copeland

Cornershop

Cranberries

Sheryl Crow

D

Dadawa

Cristiano De Andrè

Francesco
De Gregori
Fuoco amico

Francesco
De Gregori e
Giovanna Marini

Rosalia De Souza

Maria Pia De Vito

Dido "Life for rent"

Patrizia Di Malta

Tanya Donelly

Ani Choying Drolma

E

Ludovico Einaudi
"I Giorni"

Elio e le
Storie Tese

Elio e le
Storie Tese

Brian Eno"
Drawn from life"

Enya
"a day without rain"

Cesaria Evora

F

Faithless

Marianne Faithfull
"Kissin' Time"

Marianne Faithfull

Ibrahim Ferrer"
Buenos Hermanos"

Giovanni Lindo
Ferretti

Bryan Ferry
"As time goes by"

Bryan Ferry
"Frantic"

The Folk Implosion

Michael Franti

G

Gabin

Peter Gabriel "UP"

Peter Gabriel

Richard Galliano
"Piazzolla forever"

Jan Garbarek

Djivan Gasparian
e Michael Brook

João Gilberto
Il concerto di MIlano

João Gilberto
Voz e violao

Goldfrapp
"Back Cherry"

Gotan Project

David Gray

Macy Gray

Henry Grimes

H

Taraf de Haïdouks

Gordon Haskell

Jon Hassel

Gemma Hayes

Kristin Hersh

Kristin Hersh &
Throwing Muses

Hooverphonic

Hooverphonic
Il concerto di Milano

J

Jewel

Joe Jackson 
"Night and Day II")

Enzo Jannacci

Keith Jarrett

Norah Jones

Jovanotti

K

Khaled

Ustad Nishat Khan

Angélique Kidjo

King Crimson

Koop

Diana Krall

I

Idir

Irlanda:
l'isola dei canti

L

Lamb

Lamb
"What Sound"

Daniel Lanois
"Shine"

Bill Laswell
Les Nubians
"One step..."

Les Nubians

Lettere celesti
compilation

Arto Lindsay
"Invoke"

M

Madredeus

Madredeus
"Antologia"

Malia

Mariza"Fado curvo"

Mau Mau

John Mayer

Pat Metheny

Stephan Micus

Stephan Micus
"Towards tha Wind"

Joni Mitchell

Joni Mitchell
"Travelogue"

Moby

Marisa Monte

Natalie Merchant

Sarah Jane Morris
"Love and pain"

Sarah Jane Morris

Alanis Morissette

Roberto Murolo

N

Sainkho Namtchylak
"stepmother city"

Gianna Nannini
Aria

Neffa

Negrita

Noir Désir

Noa

Noa "Now"

Michael Nyman
"Sangam"

Michael Nyman

O

Orishas

Beth Orton

P

Robert Plant

Prince

R

Susheela Raman
"Love trap"

Massimo Ranieri

Lou Reed
"The Raven"

Res

Laurence Revey

SA Robin Neko
"Soulways"

Amália Rodrigues

Rokia

Rosana

Roy Paci & Aretuska
"Tuttapposto"

Roy Paci & Aretuska
(golosi)

Antonella Ruggiero 1

Antonella Ruggiero 2

Rumi

S

Sade
lovers live

Sade
lovers rock

Sergio Secondiano
Sacchi

Morelembaum 2
Sakamoto "Casa"

Morelembaum
Sakamoto
Il concerto di Milano

Henry Salvador
"Chambre avec vue

Nitin Sawhney
"Human"

Nitin Sawhney

Scott4

Jimmy scott
 Over the rainbow

Jimmy Scott

Ravi Shankar

Talvin Singh "ha"

Simple Minds

Sergent Garcia

Paul Simon:
"You're The One"

Paul Simon
il concerto di MIlano

Bruce Springsteen
( di Roberto Gatti)

Bruce Springsteen
(di Francesca Mineo)

Si*Sè

David Sylvian
"Camphor"

David Sylvian 
"Everything and nothing"

David Sylvian 
recensione concerto

Joe Strummer

Subsonica

T

Rachid Taha

Luigi Tenco

Tom Waits
"Alice"
"Blood money"

Rokia Traoré:
"Bomwboi"

Tribalistas

Vassilis Tsabropoulos
"Akroasis"

V

Van de Sfroos
Perdonato
dalle lucertole

Caetano Veloso
Noites do norte

Caetano Veloso

Moreno Veloso

Anne Sofie von Otter
& Elvis Costello
For the Stars

W

Jah Wooble

Robert Wyatt

Y

Savina Yannatou

Pete Yorn

Youssou N'Dour

Z

Joe Zawinul

 

Flash:

Cantosospeso

Mickey Hart

Yungchen Lhamo

Paco Peña

Sainkho Namchylak

Sabri Brothers

Jah Wooble